Palagiano,  Scuola

ESTIVO “GUARDARE LONTANO…”

ESTIVO “GUARDARE LONTANO…”: Manifestazione finale in piazza V. Veneto all’insegna dei colori e dei sapori di frutta e gelato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anche quest’anno il Progetto Estivo “Guardare lontano”, finanziato con i fondi dell’art, 9 CCNL Comparto Scuola, è stato attuato e correlato con quello di Educazione Alimentare promosso e gestito dall’Ente di Formazione Assformez per il Comune di Palagiano grazie a un finanziamento comunitario del G.A.L. Luoghi del Mito (PSR Puglia 2007-2014 – Asse III Misura 321 azione “.
I laboratori messi in campo hanno visto la frequenza e la partecipazione attiva di circa sessanta alunni, sapientemente guidati dai docenti e dagli esperti che hanno, tra l’altro, predisposto ambienti sereni e accoglienti per selezionare, organizzare stimoli e vivere esperienze in un percorso condiviso.
I tre laboratori messi in atto manipolativo-teatrale-produttivo, sono risultati estremamente coinvolgenti poiché hanno animato il mondo della fantasia, permesso di immedesimarsi in personaggi, risposto a domande fondamentali sulla salute e sulla corretta alimentazione e le necessarie consapevoli scelte individuali.
Le attività hanno coinvolto l’attenzione emotiva, e stimolato l’apprendimento in tutte le forme, dal gioco sensoriale-manipolativo ai giochi di costruzione, del far finta di…, con regole, a quelli strutturati e cognitivi.
Tramite il gioco adulti e bambini, hanno trovano i punti di riferimento con cui realizzare molteplici forme di relazione umana e sociale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Il percorso anche se in misura diversa ha permesso a tutti di impegnarsi nei laboratori, stimolando la creatività individuale, “sperimentando” in prima persona alcuni aspetti della vita quotidiana, tracciando un confronto tra passato e presente, stimolando la capacità di lavorare in gruppo, saggiando limiti e possibilità di riuscire a mettersi in gioco, favorendo un approccio ludico alla conoscenza, esercitando la capacità critica e di riflessione e stimolando lo spirito di collaborazione.

Uno degli aspetti fondamentali è stato quello di sondare la continuità/discontinuità tra passato e presente, stimolare alla riflessione attraverso l’utilizzo del vernacolo e di proverbi della civiltà contadina, sperimentando le potenzialità espressive attraverso l’approccio a una lingua in estinzione: il nostro dialetto.
Così, l’espressione individuale e il lavoro di gruppo sono stati favoriti attraverso la rappresentazione teatrale, la produzione di un giornalino scolastico e la realizzazione di cartelloni e manufatti.
Le insegnati hanno assolto al duplice compito, formativo e sociale, fungendo da elemento catalizzatore tra la scuola, le famiglie e gli esperti nutrizionisti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Un grazie particolare va a tutti coloro i quali, in forme e profili diversi, hanno contribuito alla buona riuscita di tutte le attività e hanno creduto nella collaborazione, nel confronto e soprattutto nei bambini creando occasioni di crescita armonica e credendo all’idea che …il tempo dedicato alla formazione e informazione è il tempo dedicato a tutto il territorio e ai suoi piccoli e grandi “esseri viventi”.
Anche per questo, momento conclusivo del Progetto è stato lo spettacolo realizzato in piazza V. Veneto martedì 7 luglio 2015, alla presenza di numerosi genitori che hanno potuto apprezzare la drammatizzazione dei bambini “Ci vuò iot na bbona salut t’alzè dalla tavl nu picca dspiasciut” (Se vuoi godere di buona salute, devi alzarti da tavola un po’… dispiaciuto), che ha permesso loro di fare un tuffo nel passato ricordando i detti e i proverbi dei nonni. Alla fine, tutti hanno apprezzato e degustato la frutta di stagione presentata con inventiva e creatività in cesti colorati.

La Referente del Progetto
Ins. Raffaella Intini

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento