Solo posti in piedi per la seconda rappresentazione della commedia in vernacolo palagianese “Figghiem è turnet”.
Grande successo di pubblico per questa compagnia, la Frisciajola, nata quasi per gioco con il progetto PON 2009/10, che annovera fra gli attori i genitori dei bambini frequentanti il plesso scolastico Giovanni XXIII.

La vicenda narra le tribolazioni di una famiglia che, nei primi del ‘900, aspetta l’arrivo dell’unico figlio maschio emigrato in America, che ritorna al paese natale, Palagiano, con moglie e figli.

L’occasione, la festa della Madonna della Stella, la più antica e folcloristica della nostra comunità.
Non mancano colpi di scena in stile country, in linea con la trama, come quando la vecchia fiamma del ragazzo gli rinnova il suo amore.

Il cartellone riporta due comari, ma nei giri di valzer e mazurka delle scene che si susseguono, le comari, complice l’attenta regia di Leonardo Spinelli, sembrano moltiplicarsi per incanto.

Temi musicali di Edo Leo, attinti dalla tradizione popolare, la commedia nasce da un’idea di Leda Marangione, che ne ha curata anche la sceneggiatura.

Da segnalare, la preghiera musicata della Madonna della Stella, e momenti d’interazione con il pubblico, vedi la distribuzione della tagghjiarin e la processione.

Questo il cast (fra parentesi il personaggio): Donato Donvito (Rocchetto), Anna Recchia (Stellina), Antonio Petralla (il maestro), Camilla Curione (comare 1), Adele Tinella (comare 2), Simona Scarcia (Sisina), Caterina Resta (Annina), Giovanni Marinò (Vincenzo), Michela Maniglia (Angie), Milena Serra (Ester), Vincenzo Petralla (Tom), Arianna Pescadopoli (Ann).

Giuseppe Favale

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento