Era il titolo di una famosa commedia musicale. Lo prendo a prestito perché sia di buono auspicio per la rassegna estiva organizzata anche quest’anno dall’Associazione socio-culturale Luce&Sale a Palagiano. Una rassegna quella del 2012  di tutto rispetto e che si cimenta con un ulteriore salto di qualità: “Stasera è teatro… e non solo” (www.luceesale.it)

 Sabato 21 luglio il “Teatro diVINO”, una serata ricca di Arte e Spettacolo, con il Teatro di Marco Cavallaro in “Pericoli di coppia”, la Musica dei “Folkasud”, la “Cultura del cibo”, sostenuta da Slow Food, legata alle tradizioni locali, alla storia di una Comunità ed alla difesa del suo territorio, insomma al recupero dei “Sapori e dei Saperi”.

Venerdì 27 luglio un altro momento di qualità con il Recital di Giobbe Covatta! Già, “incredibile, ma vero” verrebbe da dire! Una piccola Associazione di volontari dal cuore grande che assume la sfida e l’orgoglio di portare a Palagiano, in questo sperduto e maltrattato paese, un artista dall’indiscutibile valore! Il comico, attore e scrittore italiano (di origini tarantine) testimonial di Amref e Save the Children

Ed infine, ma non ultimo, il 5 agosto la Rassegna di cortometraggi d’Autore diventata ormai una consolidata tradizione con un crescente livello qualitativo. E l’estate potrebbe riservare …. altre sorprese!

Una sfida coraggiosa, bisogna dirlo senza infingimenti; una sfida alta ed anche  dall’alto valore simbolico, di “resistenza”, per quanto mi riguarda! Già, l’ultimo subdolo nemico delle Arti e della Cultura si chiama “spending review”, quel mostro dai mille tentacoli che ancora una volta toglierà ai poveri per dare ai ricchi, taglierà alla Cultura, alla Scuola, alla Sanità, alla Ricerca… per non toccare i santuari della speculazione finanziaria che sta affamando il mondo! Come se non bastasse quello che è già stato fatto!

La coraggiosa battaglia degli artisti del Teatro Valle, luogo di importanza storica per la città di Roma e per tutto il Paese, sta lì a ricordarcelo da oltre un anno: la Cultura che resiste, che difende il sistema culturale italiano in uno stato di continua emergenza, gravato dai continui tagli.

Teatri, cinema, musei, produzioni rischiano ogni giorno la chiusura. Il pensiero libero e indipendente è a rischio e quindi sono a rischio le fondamenta di una società che possa dirsi civile. “L’intelligenza è contagiosa se la si sa propagare!”

 

Ed allora…. Forza, venite gente! Sarà il miglior modo per sostenere ed incoraggiare queste ragazze e questi ragazzi che hanno avuto ancora una volta la capacità e la caparbietà di gonfiare al vento le vele della propria passione: e di questi tempi di cupo oscurantismo e di devastazione sociale è già un Valore assoluto! Ma sarà anche il nostro modo più “colto” e deciso di far sentire la nostra indignazione contro scellerate manovre che, in nome del dio-mercato e della dea-speculazione, sta impoverendo l’Italia delle sue “ricchezze” più vere: la Cultura e i Saperi, le Arti, l’Intelligenza.

Tito Anzolin