Cari amici, tempo fa, Luigi Putignano, riferiva del ritrovamento di un’opera di Giovanni Maria Sforza acquistata a Giovinazzo da parte di un bibliofilo barese.
Avendo letto il comunicato, un nostro compaesano mi ha confidato di aver preso contatti con il bibliofilo e di aver aperto una trattativa per l’acquisto del libro che, come aveva riportato Putignano, risale al 1644 e probabilmente è l’unica copia esistente dell’opera.

Proprio questa sera, alle ore 19,30 la trattativa si è conclusa ed il nostro amico di Palagiano (che per il momento mi ha chiesto di rimanere nell’anonimato), è riuscito ad aggiudicarsi l’opera al prezzo di € 1.500.
Finalmente lo Sforza attraverso una sua opera, fa ritorno nella sua città natale ed io come palagianese non posso fare altro che sentirmi orgoglioso di questo.

Conoscendolo, sono certo che l’anonimo acquirente sia disposto a fare in modo che il libro non rimanga solo un cimelio nella sua biblioteca, ma che possa essere oggetto di studio affinche preziosi tasselli sulla storia della nostra città siano aggiunti e soprattutto si faccia luce sui dubbi riguardo alla vita di Giovanni Maria Sforza e al contenuto delle sue opere.

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento