Seguo spesso le celebrazioni dei consigli comunali, i comizi dei due  ” MONELLI ” e per fino i vari articoli postati su Palagiano.net.

Francamente, mi stupisco sempre più nel vedere lo stato di coma in cui versa la politica a Palagiano.

Consigli comunali, dove tutto sono tranne che la sede dove si discutono, e si approvano o si emendano o si bocciano provvedimenti per la gestione della comunità di Palagiano.

Si assiste solo a continui litigi tra il Presidente del consiglio e i due monelli. Tutto con il silenzio assenso del primo cittadino. Per non parlare poi dell’ultimo articolo del sig. Tagariello, dove emergono solo e solamente argomentazioni da gossip.

Il Sig. Tagariello è il primo eletto di una lista denominata API che alle votazioni del maggio 2012 sosteneva la candidatura a sindaco del Dr. Antonio Tarasco, quindi consigliere di maggioranza. Per questa sua posizione aveva ottenuto persino un assessore.

Successivamente, per motivi che non starò qui a ricordare, perché già noti a tutti, il sindaco ha revocato la delega da assessore al suo prediletto e poi ha messo fuori dalla maggioranza lo stesso sig. Tagariello. Ora questi, insieme al suo amico, anch’egli messo fuori dalla maggioranza, continuano sempre a dichiararsi consiglieri di maggioranza, la qual cosa fa acqua da tutte le parti. Non è possibile avere due piedi in una scarpa.

Il sig. Tagariello la deve smettere di fare l’incantatore dei serpenti. Lui con il suo amico, sono complici della sopravvivenza di questa amministrazione incapace su tutto e per tutto. Un’amministrazione capace solo di aumentare le tasse.

Un’amministrazione con cinque assessori capaci di rubare solo l’indennità di funzione, senza produrre niente di nuovo al paese.

Un’amministrazione con un assessore in forte conflitto di interessi, non solo ma arruffone e vorace di soldi.

I due monelli non partecipano a nessuna riunione di maggioranza, di fatto sono sull’altra sponda. Se ancora non hanno capito questa elementare situazione politica,danno l’impressione che coltivano probabilmente uno dei seguenti obiettivi:

– Incapacità politica.

– Speranza di riavere l’assessorato perso.

Nell’uno o nell’altro caso comunque i due conducono un gioco da IRRESPONSABILI .

Non si rendono conto che ormai è giunto il momento di prendere coscienza che questo sindaco, questa giunta, sono incapaci di governare il paese . Gli errori commessi in questo primo anno, sono da attribuire a soggetti indegni di essere amministratori di una comunità. Non ci sono scuse di nessuna ragione per soggetti che varano provvedimenti pieni di illegalità, vedi Accertamenti TIA, Vecchio Cimitero. E cosa dire dell’ IMU, che hanno portato tutte le aliquote al massimo consentito, e azzerate ogni agevolazione come la prima casa di proprietà di soggetti diversamenti abili, e abitazioni in comodato d’uso date da genitori ai propri figli.

Non vi è stato mai un provvedimento dove si evince un taglio della spesa, niente di tutto questo, ma solo inasprimento delle tasse.Questo modo di fare mette in luce tutto il      loro MENEFREGHISMO e atteggiamento NERONIANO, causando grossi danni ai cittadini. Per mettere fine a tutto questo scempio cari monelli bisogna MANDARLI A CASA. Voi non potete continuare a fare il doppio gioco, e ora di fare una scelta coraggiosa, sopratutto perché il PD nell’ultimo consiglio comunale ha dato avvio al gioco del cerino acceso.

Saluti Masaniello

4 pensiero su “IL DUBBIO AMLETICO DI TAGARIELLO”
  1. Ehi MASANIELLO… Un nik – Name per due:
    “IL MAESTRINO e IL GIULLARE DI PALAZZO”… Oltre a coltivare il vostro rapporto nell’ambito degli AFFARI, vi dividete con una simpatica simbiosi uno pseudonimo che a voi si accosta poco. Comunque, sareste più credibili se, invece di fare i TORNITORI DI PIAZZA, davate dimostrazione alla pubblica opinione dell’esercizio reale delle vostre professioni. Ribadisco, al GIULLARE di PALAZZO gli suggerisco che per meglio svolgere la sua attività sarebbe piu opportuno che passasse piu tempo a Taranto, nel palazzo di via Marche.
    Invece, il MAESTRINO potrebbe fare molto di piu seguendo la sua azienda agricola, visto il dichiarato ed evidente fallimento ottenuto nella politica. Fatta questa breve premessa, entrando nel merito del vostro post, vi chiedo: “COME AL SOLITO SIETE INCOMPRENSIBILI. DITE E NON DITE. AH, DIMENTICAVO, ANCHE VOI UTILIZZATE I MONELLI PER ALZARE IL VOSTRO PREZZO, SPECIE CHI E’ RIMASTO DELUSO DALLA MANCATA CANDIDATURA A SINDACO. DEVI SAPERE CHE IL TUO PD-L TI HA ROTTAMATO.”

    Se a voi è mancato il coraggio ora lo dico io ai MONELLI::”SE NON AVETE ANCORA MATURATO L’IDEA DELLE VOSTRE DIMISSIONI, SIATE PIU PREGNANTI NELLA VOSTRA AZIONE PROPOSITIVA E DI CONTROLLO, A LORO DA FASTIDIO PERCHE’ STATE LEDENDO I LORO POCO CHIARI PROGETTI…”.

    In effetti, le risultanze di queste mie asserzioni trovano riscontro nel commento dei SIGNORI MASANIELLO perchè a loro dire sostengono che:-

    “Un’amministrazione con cinque assessori capaci di rubare solo l’indennità di funzione, senza produrre niente di nuovo al paese.

    Un’amministrazione con un assessore in forte conflitto di interessi, non solo ma arruffone e vorace di soldi.

    I due monelli non partecipano a nessuna riunione di maggioranza, di fatto sono sull’altra sponda. Se ancora non hanno capito questa elementare situazione politica,danno l’impressione che coltivano probabilmente uno dei seguenti obiettivi:

    – Incapacità politica.

    – Speranza di riavere l’assessorato perso.

    Nell’uno o nell’altro caso comunque i due conducono un gioco da IRRESPONSABILI”.
    *************************
    Nel momento in cui l’ASSESSORE IN CONFLITTO D’INTERESSE, ARRUFFONE E VORACE DI SOLDI, che vi conosce molto meglio di me vi dovesse chidere chiarimenti in merito, come vi comporterete? – Io immagino quello che vi dirà, ma per ovvie ragioni non posso pubblicarlo.
    -AVVISO ALL’ASSESSORE – TI HANNO COMUNICATO LA FINE DEL TUO MANDATO –
    Certamente la vostra ipocrisia regna sovrana sulla vostra moralità. Utilizzate i MONELLI per lanciare messaggi a destra e manca. Come al solito, prima vi servite di costoro e poi gli muovete critiche del tipo: “RUBATE L’INDENNITA’ DI FUNZIONE”. E’ anche vero che non tutti gli attuali amministratori possono contare su un grado di cultura in grado di poter comprendere alcune sfacettature, ma qualcuno dei frequentatori di questo portale, che segue la politica palagianese, è in grado di poter disquisire dove voltete andare a parare. Sarà anche vero che la colpa è degli elettori che sconosce il grado di cultura e intelligenza dei candidati, poi eletti, ma perchè tutto questo dovrà pesare anche sulla testa e sui portafogli di quegli elettori contribuenti che non li ha votati? –

    Cari MASANIELLO in futuro siate piu attenti quando postate. Comprendo che VOI siete solo ambasciatori, però riferite ai vostri datori di lovoro, o per meglio farsi comprendere, ai locatori dei vostri immobili destinati a sedi di partito, di essere piu chiari quando si vorrebbe lanciare messaggi cifrati.
    ADANEGRO

  2. il sottoscritto, a differenza di altri, è realmente un cittadino che da anni ormai si interessa alle vicende politiche per il bene della nostra comunità.
    devo precisare che sono stato più volte critico con i monelli ed ho ripreso anche tagariello in un suo recente articolo su palnet. Tuttavia non si puo’ tacere una verità evidente come il sole tranne per chi non la vuol vedere: I MONELLI IN QUEST’ANNO HANNO FATTO PIU’ OPPOSIZIONE E CONTROLLO DI QUALCHE CONSIGLIERE DI MINORANZA!!!
    E QUESTA è COSA CHE HO POTUTO VEDERE DA ME STESSO DATO CHE SONO TRA QUEI CITTADINI CHE SONO STATI CACCIATI DALL’AULA CONSILIARE NELLA FAMOSA SEDUTA! QUALCUNO, FORSE PER MEDIOCRITA’ O PER OPPORTUNITA’, HA FATTO SPALLUCCE DAVANTI A QUELLA VICENDA. LE ALTRE NON LE ELENCO PER PIETA’.

    SPERO IN UN ARTICOLO ANCHE SU QUESTA GENTE.

  3. IL PREGIUDIZIO è un cattivo consigliere egr. Adanegro. Le ripeto, ancora una volta, per il suo stesso interesse, cancelli dalla mente tutte quelle credenze che si è costruito nei miei confronti. Tutti quei vestiti, che lei cocciutamente, mi mette a dosso, non ci azzeccano per nulla. Questa sua cieca convinzione, la conduce suo malgrado, solo ha scimmiottare contro di me, perdendo di vista i veri obiettivi. Sbagliare è umano, PERSEVERARE E’ DIABOLICO. Ho la vaga impressione che lei non abbia nessuna voglia di argomentare politicamente la sua opinione e per questo si limita a denigrare chi invece ha voglia di mettere in discussione qualche argomento.
    Il suo modo di fare è paragonabile alla ” Osservazione ” che ” A. MANZONI” descrive nei Promessi Sposi a proposito dei capponi di Renzo. Torno a ripeterle, invece di strizzare le sue meningi a fare dei copia incolla dei miei articoli, cerca di impegnare le sue energie a dire la propria opinione, dica espressamente cosa pensa del comportamento dei monelli, esprima il suo parere sulle agevolazioni IMU. Non stia solo a fare le scaramuccie, si esponga con un suo bel articolo.
    Tutto questo, non per rendere un favore a Masaniello, ma solo nell’interesse dell’opinione pubblica, al fine di dare più informazione possibile.

    Grazie Saluti Masaniello

  4. Grazie ai Signori MASANIELLO che mi concedono, finalmente, la possibilità di poter suggerire e proporre loro quello che la comunità si aspetta da questa amministrazione.

    Premesso che, sulla questione IMU, in altro commento, proprio in risposta a VOI, signori MASANIELLO, vi dato un imput volto alla riduzione di quella odiosa TASSA. Detto questo occorre soffermarsi sui debiti fuori bilancio che annovera questo comune. Le mie fonti hanno quantificato circa 6/7 milioni di euro. In particolare, Lei signor MASANIELLO MAESTRINO, ha sempre saputo e taciuto. Queste mie affermazioni sono riscontrabili dalla sua attività di consigliere che, invece di fare gli interessi della comunità ha pensato ad altro. Pertanto, in una situazione economica di siffatta portata, l’amministrazione TARASCO aveva il dovere di dichiararne il dissesto economico. Invece, facciamo finta di niente, inseriamo ENTRATE PRESUNTE NEI BILANCI PREVENTIVI PAREGGIAMO I CONTI ed andiamo avanti.

    Allora, se non vogliamo dichiarare il fallimento di questo comune, iniziamo a lavorare ONESTAMENTE e ripristiamo i conti di questo ente che chiamo AZIENDA. Introduciamo le stesse regole che vengono utilizzate nella conduzione di un bilancio di una famiglia laboriosa e responsabile. Iniziamo a tagliare le spese inerente gli specri. Azzeriamo le elargizioni di contributi a pioggia a favore di associazioni, enti, ecc., ecc.- Rivediamo i fiumi di denaro che vengono dirottati per i c.d. SERVIZI SOCIALI ( lo scempio è sotto gli occhi di tutti). Riduciamo le inutili convenzioni a favore di studi legali vicini agli amici degli amici. Aboliamo l’ostracismo gestito da pochi tecnici di Palagiano, anzi qualcuno, che quotidianamente si affanna per accaparrarsi incarichi per la stesura di progetti e quant’altro finalizzato solo a farfe cassa. Una oculata gestione della cosa pubblica, l’impiego di unità, di qualsiasi livello funzionale, di dipendenti comunali per lo svolgimento dei servizi di competenze, anzichè del ricorso a convenzioni e assegnazione a favore di pochi eletti, consentono un notevole risparmio. Lo sviluppo sociale ed economico, anche con ricadute occupazionali, non è un miraggio. La mia non è polemica, ma potrei quantificare tante di quelle spese inutili che questo comune sostiene per soddisfare i “CAPRICCI” dei vari CONSIGLIERI, tutti, anche quelli di MINORANZA che alternano le loro posizioni, cosi come avvenuto,ad esempio, per le nomine dei sindaci revisore dei conti, dove alcuni (DUE) consiglieri di minoranza, votarono a favore di candidati supportati dall’opposizione. E ancora. L’azienda comune,per la prossima stagione estiva, invece di incaricare la stessa cooperativa dello scorso anno per la gestione dei parcheggi, potrebbe farlo direttamente creando, anche se in maniera temporanea, opportunità lavorative offrendo all’utenza un servizio adeguato e con modalità diverse da quelle della precedente stagione estiva. L’azienda comune potrebbe annoverare notevoli entrate se chiedesse all’ANAS la gestione diretta della estramurale, in modo tale da gestire direttamente i rilevatori di velocità, consentendo al tempo stesso di rsolvere problemi legati alla sicurezza e all’ingresso in centro dei mezzi pubblici legittimamente rivendicati dall’utenza in questo periodo. Ancora. L’azienda comune potrebbe bandire gare pubbliche (ossia con offerte favorevoli e vantaggiose per le casse e non per chi li PILOTA) per gli interventi ordinari legati al risparmio della pubblica illuminazione, rifacimento di strade e piazze, realizzazioni di piccole infrastrutture, completamento di “cattedre come il palazzatto dello sport”, ecc., ecc. L’azienda comune, non può permettersi di ricorrere ad un mutuo di 400 mila euro solo per garantire la stabilità di giunta e della maggioranza. L’azienda comune non può garantire a solo due tecnici, per l’importo di 40 mila euro, l’eventuale stesura del progetto legato al menzionato mutuo. L’azienda comune non può bandire un concorso di camandqante di P,M, in mobilità, trascurando che occorre aumentare l’organico di personale esecutore. Con l’avvento del nuovo comandante si rischia di perdere l’attuale. Ed infine, altro suggerimento alla azienda comune che non può e non deve risarcire denaro a favore di chi sostiene che i canali (realizzati dopo l’evento alluvione) hanno invaso i propri terreni agricoli, quando di fatto non sono stati nemmeno lambiti perchè deviati nella dote (per nel terreno) di proprietà dell’autostrada.

    Cari MASANIELLO, invece di fare i GIULLARI, meditate prima e poi ……

    ADANEGRO

Lascia un commento