Palagiano

ISTITUTO COMPRENSIVO G. RODARI : “FESTA DEI LETTORI” A.S. 2014/2015

Foto 31.10-4 Foto 31.10-3

 

“Per imparare a destreggiarsi nella vita e superare quelle che per lui sono realtà sconcertanti, il bambino ha bisogno di conoscere se stesso e il complesso mondo in cui vive. Gli occorrono un’educazione morale e idee sul modo di dare ordine e coerenza alla dimensione interiore. Cosa può giovargli più di una fiaba, che ne cattura l’attenzione, lo diverte, suscita il suo interesse e stimola la sua immaginazione? La fiaba popolare, anche se appare anacronistica, trasmette messaggi sempre attuali (…) e si adegua perfettamente alla mentalità infantile, al suo tumultuoso contenuto di aspirazioni, angosce, frustrazioni, e parla lo stesso linguaggio non realistico dei bambini.(…) Le situazioni fiabesche, rispecchiando la visione magica infantile delle cose, esorcizzano incubi inconsci, placano inquietudini, aiutano a superare insicurezze e crisi esistenziali, insegnano ad accettare le responsabilità e ad affrontare la vita”. Così Bruno Bettelheim. E da questa riflessione è partita la progettazione didattica che, come da tradizione ormai consolidata, messa in campo per l’annuale appuntamento con la “Festa dei Lettori”: progetto sponsorizzato e sostenuto dal Ministero dell’Istruzione e dedicato ai libri, all’amore per la lettura e, soprattutto, ai nostri piccoli lettori.

 

Quest’anno l’Istituto Comprensivo “G. Rodari” di Palagiano ha voluto dedicare a tale importante appuntamento, non solo i canonici 3 giorni (27-28-29 settembre), ma anche l’intero mese di ottobre, durante il quale gli alunni sono stati coinvolti in attività di lettura, di animazione e di drammatizzazione .

Il Gruppo di Lavoro ha predisposto un articolato programma: per gli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria è stata “adottata” la fiaba di Cenerentola, con un approccio multidimensionale al testo.

 

Le attività

L’iniziativa, denominata “In quanti modi leggo”, è stata articolata in esperienze differenziate in relazione all’età degli alunni. Così, per i bambini della Scuola dell’Infanzia e le classi prime e seconde della Scuola Primaria sono state realizzate

  • Lettura animata da parte dell’insegnante;
  • Produzione grafica di singoli personaggi, elementi e/o sequenze della fiaba;
  • Drammatizzazione in classe;
  • Canti dal film Disney “Cenerentola”: “Bibidi Bobidi Bu”, “I sogni son desideri”.

I ragazzi delle terze classi della Scuola Primaria hanno rappresentato la fiaba con la tecnica del “cantastorie”, quelli delle classi quarte hanno costruito plastici rappresentanti situazioni e personaggi della fiaba, mentre i ragazzi delle quinte della Scuola Primaria hanno condotto ricerche sulla fiaba di Cenerentola (origini, diffusione, varianti ecc.) e realizzato lo spettacolo “LIBRI IN SCENA”, 4 libri letti, appunto, e messi in scena.

A conclusione dell’intero percorso di lettura, gli alunni hanno assistito alla rappresentazione teatrale della fiaba di Cenerentola, messa in scena dalla neonata compagnia teatrale “I Rodariani” che ha riscosso, tra gli spettatori “grandi e piccoli” un enorme successo. Per l’ occasione, cioè, un gruppo di docenti e il Dirigente Scolastico hanno voluto mettersi in gioco, per offrire momenti di gioia e allegria alle alunne e agli alunni della nostra scuola, ma soprattutto, fornire loro uno stimolo in più per apprezzare ed amare la lettura e coglierne tutte le potenzialità creative.

Personaggi e interpreti dello spettacolo sono stati:

Cenerentola la maestra Angela Luisi

Principe il Dirigente Scolastico Preneste Anzolin

Matrigna la maestra Nunzia Oliva

Anastasia la maestra Michela Maniglia

Genoveffa la maestra Lizia Monaco

Fata Smemorina la maestra Tina Caprioli

Le topine assistenti della fata: Squit la maestra Luisa Insolia; Squot la maestra Franca Montanaro

Le voci narranti: le maestre Mimma Semeraro e Cira Verderese.

 

E non finisce qui!!!

La Festa dei Lettori della nostra scuola, cominciata in autunno, proseguirà per tutto l’anno scolastico con esperienze e percorsi più articolati e strutturati, che troveranno conclusione a maggio, in concomitanza con “Il maggio dei libri”.

                                                                         

La Referente del Progetto

Ins. Gina Verderese

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Un commento

Lascia un commento