OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Lettura ad alta voce all’I.C. “G. RODARI”

L’Istituto Comprensivo “G. Rodari” ha aderito alla seconda edizione della manifestazione “Libriamoci – Giornate di lettura nelle scuole”. Il Ministero dell’Istruzione aveva invitato tutte le scuole a partecipare alla summenzionata manifestazione, con l’auspicio che la stessa diventi a tutti gli effetti un appuntamento annuale del calendario scolastico.
La nuova edizione, sulla scorta del grande successo dello scorso anno, ha riproposto l’invito a sperimentare la lettura ad alta voce nelle scuole, al fine di smentire i luoghi comuni e i pregiudizi sulla lettura, troppo spesso percepita come un’attività legata solo allo studio e all’apprendimento di nozioni del programma scolastico.

«I ragazzi coinvolti nella lettura, nella comprensione dei testi e nella discussione dei contenuti ne scopriranno l’irresistibile fascino», ha dichiarato Romano Montroni, presidente del Centro per il libro.

Nel citare i dati allarmanti del rapporto di Save the Children «Illuminiamo il futuro» sulla povertà cognitiva di bambini e adolescenti privati delle necessarie occasioni di crescita, formazione e sviluppo del pensiero e accostandoli alle statistiche desolanti sulla carenza di lettura in Italia, Montroni ha ribadito che «non aiutare i ragazzi a leggere di più significa di fatto privarli di un futuro» e che «queste lacune non si ripercuotono solo sulla vita del singolo individuo, ma inficiano lo sviluppo dell’intero Paese».
«Se noi saremo bravi a trasmettere la passione per la lettura ai ragazzi, saranno loro, poi, a fare tutto il resto, a condividere questa passione in famiglia e con gli amici».

Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha espresso il senso dell’iniziativa di Libriamoci e dell’importanza della lettura invitando a «trasmettere la consapevolezza che leggere un libro fa sentire meglio, migliora il proprio stato di coscienza, di conoscenza, di giudizio: un libro in più è un gradino in più verso l’arricchimento spirituale, culturale e sociale di ciascuno di noi».

E così anche le nostre classi, per un’intera settimana, hanno svolte varie attività. In particolare:
• gli alunni di classe prima sono stati colti di sorpresa dalla presenza improvvisa in aula di lettori speciali di classe quinta i quali hanno letto loro un racconto che li ha appassionati;
• gli alunni delle classi seconde, terze e quarte hanno letto ad alta voce alcune fiabe.
Dopo la lettura dei testi gli alunni hanno svolto attività di scrittura creativa, grafico-pittoriche e drammatizzazioni. E, quindi, è stata allestita una mostra con i lavori degli alunni di tutte le classi.

Le attività si sono concluse nell’Auditorium della scuola, con la bellissima lettura ad alta voce del preside prof. Preneste Anzolin, della signora Angela Mele e di altri docenti, di alcuni capitoli del meraviglioso libro “Storia della gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” –di L. Sepùlveda, per gli alunni delle classi quarte e quinte che hanno ascoltato con attenzione e interesse.
Le attività di lettura e di animazione continueranno nella nostra biblioteca, per tutto l’anno e coinvolgeranno gli alunni di tutte la classi.
Ad ogni classe è stato consegnato un attestato di partecipazione all’iniziativa.

La Referente del Progetto
Ins. Mimma SEMERARO

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento