COMUNE DI PALAGIANO

Provincia di Taranto

 

                                              

COMUNE

 

Dopo l’intervento del Sindaco di Mottola Dr. Luigi Pinto, oggi sui quotidiani è riportato l’intervento della sezione di Massafra del Tribunale per i diritti del malato che contesta con forza circa la decisione assunta dalla Dirigenza dell’Azienda Sanitaria Locale di Taranto di chiudere anche questo servizio di eccellenza con i suoi servizi offerti dal centro salute mentale per i Comuni di Massafra, Mottola e Palagiano.

Anche l’Amministrazione Comunale di Palagiano è vicina agli utenti ed ai familiari che utilizzano tali servizi, da oltre trent’anni, è vicina a tutti gli operatori che con il loro lavoro quotidiano, con la loro dedizione  hanno garantito tali servizi e che oggi ricevono il benservito.

Un servizio riconosciuto di pubblica utilità che da un giorno all’altro si cancella.

Non possiamo assistere inermi di fronte a tale ennesimo schiaffo alla sanità tarantina.

In questa vicenda chi pagherà il prezzo più alto sono sempre i più deboli, gli utenti e le loro famiglie, ma anche i medici, gli operatori e tutti i volontari che in questa vicenda sono stati mortificati, dopo aver dedicato la loro carriera per raggiungere i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

 Michele Amatulli

Assessore comunale

 

Palagiano lì 17/05/2013

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

4 pensiero su “Manca solo il manifesto “chiuso per lutto” all’ospedale di Massafra”
  1. In realtà sono tante le cose dinnanzi alle quali non si può restare inermi. Senza andare lontano, andando a scomodare i paesi limitrofi, mi piacerebbe che così come l’Amministrazione Comunale di Palagiano è vicina agli utenti ed ai familiari che utilizzano i servizi da te citati, la stessa amministrazione fosse vicina ai cittadini del comune che dovrebbe amministrare.
    E’ bello vedere che un amministratore denunci servizi di pubblica utilità che si cancellano, ma quando vedrete quelli INesistenti a Palagiano?
    Michele, mi rivolgo a te perché sei uno dei pochi che utilizza la rete: IL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA lo volete risolvere o no? Via Carella non vede la spazzolatrice da mesi!! Spesso la mattina gli operai gettano tutto in un compattatore! Le strade sono sporche! Ma volete prendere provvedimenti?
    Non potete assistere inermi di fronte agli schiaffi alla sanità tarantina, ma a quelli del vostro paese si? Come funziona?
    Grazie
    Armando Mappa

    p.s. la differenziata è uno dei tanti problemi. ma cominciare da qualche parte è bene, specie se si comincia da qualcosa che è sotto gli occhi di tutti.
    a presto, con la stima di sempre

    1. Ci tengo a precisare che il Centro Igiene Mentale di Massafra è un polo in cui confluiscono non solo le utenze relative al comune suddetto ma anche quelle relative ai comuni di Palagiano e Mottola; e’ un servizio di primaria importanza in quanto completamente gratuito per la popolazione, fruibilie h24. Ti posso garantire che la chiusura di tale centro arrecherà danno anche al nostro comune in quanto sono tanti gli utenti che usufruiscono di questo servizio. Ora mi domando cosa possa centrare il problema, assolutamente esistente sul nostro territorio, della raccolta differenziata con il problema posto da michele???

  2. Pienamente daccordo con il Sig. Mappa, andiamo a guardare i problemi della sanità tarantina, mentre Palagiano sguazza nell’inciviltà piu’ assoluta e la politica non riesce a dare risposta alle numerose problematiche della comunità!Con tutto il rispetto, spero che TARASCO si DIMETTA al piu’ presto.

  3. Ciao Angela, ti invito a rileggere il mio commento. Potrai notare, leggendolo con calma, che sottolineavo l’incuranza degli amministratori (nella fattispecie del firmatario del comunicato, Michele Amatulli, perché uno dei pochi che utilizza la rete) circa le questioni locali, ed un’attenzione sporadica alle questioni attenenti ad altri ambiti, che pur riguardano il Comune, ma in maniera minore.
    Non conosco la vicenda del CIM, non essendo informato evito di parlarne ed intromettermi.
    Il mio commento era teso a stimolare un amministratore affiché, quantomeno, delucidasse chi segue questo portale, su alcune questioni locali attenti il Comune di Palagiano (che amministrano). Altro intento, sempre nel mio commento, una provocazione agli stessi: se praticate silenzio ed omertà su alcuni problemi locali alla cui soluzione ci si può arrivare solo per tramite del potere conferitovi dal popolo, evitate di entrare in problematiche che, seppur interessano utenze di Palagiano, sono “esterne” al comune. Secondo il mio punto di vista, parlare di altro quando i problemi di Palagiano non vedono soluzione alcuna, è un’ottima occasione persa per stare zitti.
    Spero di essermi spiegato.
    Armando Mappa

Lascia un commento