Palagiano,  Politica

Mancini: DISAGI PER LE MARINE DI CHIATONA E LENNE

 

 

Nonostante l’estate sia iniziata da tempo, l’amministrazione a guida Tarasco continua a non tener conto degli annosi problemi esistenti sulle spiagge della litoranea Palagianese e in particolare nell’abitato della marina di Chiatona.

E’ sotto l’occhio di tutti i bagnanti e non, che frequentano la spiaggia della marina di Lenne, meglio conosciuta come località di Venti, il degrado igienico sanitario e la mancanza di servizi.

Ormai è consuetudine che sulle spiagge si incontrino rifiuti di ogni genere; l’amministrazione continua a disinteressarsi della sua messa in sicurezza e del fenomeno dell’erosione costiera.

L’unica strada per raggiungere le spiagge della marina di Lenne risulta stretta e sconnessa per la mancata periodica manutenzione (buche, radici di alberi che sollevano il manto stradale).

I problemi legati alla viabilità e all’area pubblica destinata a parcheggio vengono ulteriormente aggravati dal mancato rinnovo della convenzione fatta negli anni passati tra l’amministrazione comunale e i volontari del Nucleo Protezione Civile dell’Associazione Carabinieri di Palagiano, grazie ai quali veniva attenuato il problema legato alla viabilità, facilitando un eventuale intervento di mezzi di soccorso, forze di Polizia e Vigili del Fuoco.

La pulizia della spiaggia appare approssimativa se non addirittura insufficiente.

L’Amministrazione Tarasco, ancora oggi, non ritiene opportuno interessarsi per dotare la litoranea di “Venti” di un punto di primo Soccorso Sanitario che permetterebbe ai bagnanti di ricevere un pronto intervento in caso di necessità.

Altri importanti rischi corrono i bagnanti della suggestiva marina di Chiatona, dove non esiste alcuna garanzia di sicurezza. Infatti, l’intera provincia tarantina, compresa la nostra comunità palagianese, non può non ricordare i rischi che hanno vissuto i numerosi bagnanti e residenti durante incendio della domenica  _______ dove sono andati in fiamme circa 50 ettari della Pineta, circostanza in cui è emerso la scarsa capacità gestionale del “Piano di Protezione Civile Comunale”.

Altra problematica irrisolta sulla marina Chiatona, è quella del traffico e dei parcheggi, quest’ultimi per lo più a pagamento.

In definitiva, è grande la delusione dei cittadini per la situazione in cui versa anche quest’anno il nostro meraviglioso litorale.

 

Palagiano, 31 luglio 2012

Il Consigliere Comunale  PDL

Mancini Francesco

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

26 commenti

  • tonio

    A pino di lenne “venti”hanno messo un cartello nano che indica il divieto di transito, e talmente basso che se parcheggia un auto avanti non si vede , per non parlare dei graffiti fatti su, e vigili venuti per 5 min mandavano via i conoscenti e noi poveri polli rimasti li perchè non siamo amici dobbiamo pagare la multa di 39,00 €

  • giovanni f

    I nostri litorali sono fogne a cielo aperto, diverse persone stanno facendo ricorso a cure sanitarie per problematiche inerenti la pelle, infezioni ecc ecc…Sporcizia ovunque, e disinteresse totale, anche da parte dei cittadini che da “bestie” sporcano ovunque mettano piede…Qualcuno ha ragione quando dice che a Palagiano ci vorrebbe una cura alla G. Cito, perchè fin oggi la tolleranza ha portato i risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti..Quindi è giunta l’ora del “bastone” perchè la carota oramai ha riempito la panciaa a troppi incivili……

  • Michele

    Ma vi rendete conto che vi state trasformando da “amministrazione comunale” in “agenzia pronto intervento”? Tutti vi fate carico dei problemi e degli sfoghi che la gente scrive qui su pal.net! Ma voi non dovevate avere dei programmi, delle idee e dei piani di intervento? Ci sono indignati anonimi che cambiano le lampadine per le strade e comprano canestri allo sforza, chi conduce la lotta per Chiatona e Venti, chi promette di assumere nuovi vigili attraverso il pagamento delle multe, chi dichiara di risolvere i problemi di viabilità su via piccinni e il problema della zona pedonale in piazza. E intanto ieri sera il traffico proveniente da via sansonetti diretto a Castellaneta era costretto a ritornare su viale Chiatona perchè i tavolini del bar occupavano la strada completamente transennata, così come i tavolini su viale stazione Sino alle 2 di notte, i tavolini nella stradina alle spalle di sandrino il tabaccaio, le macchine davanti al bar Laterza, la transenna nella strada di mincuccio! Una “palagiano estate” che non si fa per mancanza di soldi salvo poi scoprire che solo un paio di associazioni si spartiscono l’intero misero bottino. Ragazzi svegliatevi non riempite l’aria di parole provate a fare qualche fatto. Il sindaco di Palagiano chi è? Dove sta? Abbiamo scelto un altro sindaco rinchiuso nelle sue carceri dorate? Meditiamo gente, meditiamo. Il tempo della propaganda è finito, ora servono le soluzioni ai problemi.
    Michele

  • Michele

    Ma vi rendete conto che vi state trasformando da “amministrazione comunale” in “agenzia pronto intervento”? Tutti vi fate carico dei problemi e degli sfoghi che la gente scrive qui su pal.net! Ma voi non dovevate avere dei programmi, delle idee e dei piani di intervento? Ci sono indignati anonimi che cambiano le lampadine per le strade e comprano canestri allo sforza, chi conduce la lotta per Chiatona e Venti, chi promette di assumere nuovi vigili attraverso il pagamento delle multe, chi dichiara di risolvere i problemi di viabilità su via piccinni e il problema della zona pedonale in piazza. E intanto ieri sera il traffico proveniente da via sansonetti diretto a Castellaneta era costretto a ritornare su viale Chiatona perchè i tavolini del bar occupavano la strada completamente transennata, così come i tavolini su viale stazione Sino alle 2 di notte, i tavolini nella stradina alle spalle di sandrino il tabaccaio, le macchine davanti al bar Laterza, la transenna nella strada di mincuccio! Una “palagiano estate” che non si fa per mancanza di soldi salvo poi scoprire che solo un paio di associazioni si spartiscono l’intero misero bottino. Ragazzi svegliatevi non riempite l’aria di parole provate a fare qualche fatto. Il sindaco di Palagiano chi è? Dove sta? Abbiamo scelto un altro sindaco rinchiuso nelle sue carceri dorate? Meditiamo gente, meditiamo. Il tempo della propaganda è finito ora servono le soluzioni ai problemi.

  • giovanni f

    Consigliere Mancini puo’ postare qui il piano di protezione civile del Comune?? Vediamo cosa prevede, se è stato attuato e se magari non è il caso di far intervenire la magistratura se lo stesso non esistesse o se non applicato a dovere o se elementi( mezzi di soccorso, bocchette di rifornimento acqua ecc ecc) di questo piano siano stati funzionanti o meno….Attendiamo impazienti il suo interessamento…

    • Armando

      Sig. Giovanni,
      innanzitutto, secondo me, non sta a lei verificare se è stato o meno attuato il Piano Comunale di Protezione Civile. Né tantomeno c’è da scomodare la magistratura.
      Come ha già linkato il consigliere F.Mancini, può trovare sul sito Istituzionale del Comune di Palagiano l’intera area “Servizio Comunale di Protezione Civile”, lì vi sono tutte le cartografie, i punti di raccolta della popolazione, i punti di ammassamento dei mezzi di soccorso etc.
      Le posso garantire che il piano è stato attuato. E’ sì vero che chiatona ha un’unica strada di uscita, ma il piano prevede (ed è stato attuato) una seconda via d’uscita: per intenderci scendendo dal sottopasso a dx si percorre la strada contro-mano. Quella via è stata utilizzata.
      Spero di esserle stato di aiuto
      Prima di sparare a zero (con uscite del tipo “se esistesse”) si informi.

  • Giovanni

    Sig.Mancini dov’era Lei quando si discuteva della seconda via d’uscita da Chiatona utile per decongestionare il traffico? L’aggiorno, occorre grande coraggio amministrativo e soprattutto lungimiranza.

  • gli indignati

    Salve a tutti.
    Purtroppo dobbiamo essere concordi in tutto ciò che scrive il consigliere Mancini, il nostro è un paese carico di problemi da risolvere.
    Sicuramente, secondo noi, la colpa non si può del tutto attribuire alla sola amministrazione e su questo bisogna essere onesti in quanto, ancora oggi, trascorsi ormai mesi dall’inizio della raccolta porta a porta, ci si imbatte in gente che proprio non ne voglia sapere di stare alle regole e che non abbia alcuna remora nello sporcare, gettare rifiuti per strada, portare la propria spazzatura nei contenitori altrui incuranti anche del tipo di spazzatura (umido, vetro…) e danneggiando il lavoro e l’attenzione che ci metta chi invece crede che la differenziata sia un’ottima soluzione, ciò però non solleva l’amministrazione dalle sue responsabilità di sorveglianza. Che tanta gente, a Palagiano, molte volte sia incurante del rispetto altrui e dell’ambiente, è ormai un dato di fatto e qui dovrebbe entrare in gioco l’amministrazione con il controllo della polizia municipale che dovrebbe, anzi DEVE, vigilare per il rispetto delle regole. Per far questo però, non bastano certo quei tre o quattro vigili che il nostro paese ha, e qui arriveremmo al secondo problema, seguito poi da un terzo, un quarto… purtroppo Palagiano è in se un problema e pare che nessuno degli amministratori se ne accorga.
    Non vogliamo dire con ciò che l’amministrazione debba avere una bacchetta magica e risolvere i problemi in un sol giorno ma qui, sono passati ormai tre mesi e l’unico risultato ottenuto è quello della sostituzione delle lampade (e di questo ne prendiamo atto) dopo aver scritto e riscritto con i vari cittadini che hanno con noi denunciato il problema.
    Purtroppo non si può dire di avere un’amministrazione.
    Il paese sembra lasciato al suo destino e, apprezzando lo sforzo che l’opposizione stia facendo, chiediamo ancora una volta di fare l’impossibile per cambiare lo stato delle cose e dimostrare appieno a tutti coloro che non hanno creduto nei giovani, compresi noi indignati, di aver commesso un grosso errore!
    ____________gli indignati

    P.S.: sig. Mancini, ci ha detto di essere con noi e, noi le abbiamo chiesto di rendere pubblica la determina dei parcheggi a Chiatona. L’estate sta per terminare; ci fa sapere qualcosa? Se non vuol farlo, ci basta anche un no!

    • francesco

      Come promesso ho inviato a Mario, a mezzo mail, copia della Determina n. 98 del 10.07.2012 ” Gestione area parcheggio … Chiatona…” Presto la pubblicherà ….. Mancini Francesco

    • gli indignati

      Grazie mille sig. Mancini,
      vogliamo solo capire!!!

      non ce ne voglia se a presto chiederemo nuovamente il suo aiuto approfittando della sua disponibilità.
      a presto___________gli indignati

  • Giovanni

    Sig.Mancini, adesso che e’ libero dai suoi improrogabili impegni di lavoro, ci può dire cosa ne pensa di creare una seconda via d’uscita da Chiatona? Sa c’e’ stato un incendio il mese scorso che ha messo a repentaglio la sicurezza di molti nostri conterranei.

    • francesco

      Concordo sulla necessità di cerare una seconda via d’uscita in Chiatona. Per quanto attiene i miei impegni di lavoro non credo darle spiegazioni.
      Concludo, augurandomi che persone cosi sensibili e attente come Lei si sottoscrivano con nome e cognome e si impegnino direttamente nella vita sociale e politica per il bene della nostra comunità.

  • w la mamma

    complimenti mancini per la scoperta dell’acqua calda…sono 30 anni che ci stanno questi problemi a chiatona ma meglio che vi state fermi che se fate una cosa ne sbagliate 10..

  • Giovanni

    Io personalmente la politica la intendo come impegno civile totale e con tutta sincerità diffido del politico con la divisa non fosse altro che il militare ha già la mia personale ammirazione in quanto servitore della Patria. Quindi se siete tutti d’accordo nel creare questa seconda via d’uscita da Chiatona impegnatevi nel realizzarla non bloccandovi ai vincoli esistenti.

    • francesco

      Caro sig. Giovanni, nn comprendo la sua diffidenza … per tanto evito qualunque commento !

    • PIO XIX

      certo che la povera estate palagianese è messa male, se la cultura è in mano ai bar. negli altri paesi si organizzano concerti e festival, da noi si somministrano culi brasiliani e panini alla mortadella.

      ormai Palagiano è diventato un paese di serie B, ultimo anche nella classifica della vivibilità e della bellezza del territorio. Forse ci batte solo l’area del ILVA….

  • tonio

    ciao francesco novita’ su pino di lenne e il divieto di transito aspetto te per andare direttamente al comandante della polizia municipale, visto che il vigile che mi ha multato ha detto di fare ricorso perche il segnale non e a norma

    • francesco

      quando vuoi, nn conoscendo la tua identità attendo un tuo primo passo in avanti …

Lascia un commento