Cultura,  Massafra,  Provincia,  Teatro

A Massafra “Nudi e Crudi” con Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi

Sabato 11 marzo nuovo appuntamento a Massafra con la Stagione Teatrale 2017, promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Alle ore 21.00, al Teatro Spadaro, Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi porteranno in scena “Nudi e Crudi”, una storia di Alan Bennett tradotta e adattata per la scena da Edoardo Erba con la regia di Serena Sinigaglia.

Una coppia inglese, ritornando dal teatro, trova la casa completamente vuota, svaligiata dai ladri di ogni cosa, anche della più piccola. Così inizia questa storia di smarrimento dei due coniugi: Mr e Mrs Ransome, due archetipi, una coppia tipicamente anglosassone, protestante e conservatrice.

Le loro certezze sono le abitudini costruite nell’arco di una vita.

Gli stessi riti, gli stessi meccanismi, la stessa ossessiva cura per l’ordine e la quiete, ogni giorno finché “morte non ci separi”.

Il furto nel loro appartamento li sconvolge, mostrandoli ‘nudi e crudi’.

Le reazioni sono diverse. Lui si incupisce e si innervosisce sempre di più, mentre lei prova quasi un senso di sollievo e di liberazione.

La “sottrazione” dei loro beni trova una imprevista soluzione in una commedia ricca di umorismo e ironia, senza esimersi dal ritrarre la vita di una coppia di mezza età.

Il costo dei biglietti disponibili presso il botteghino del Teatro Spadaro (tel. 099.8801200), sito in Piazza dei Martiri. Platea I settore: intero €. 25,00 – ridotto €. 20,00; Platea II settore: intero €. 20,00 – ridotto €. 15,00; Platea III settore €. 15,00 – ridotto €. 8,00.

Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio IAT comunale (099.8804695), ubicato in Piazza Garibaldi.

Nella foto gli attori Paolo Calabresi e Maria Amelia Monti.

Fonte: http://www.politicamentecorretto.com

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento