Amministrative 2012,  Palagiano,  Politica,  SEL

Nel segno del futuro

Dopo aver letto con interesse gli innumerevoli articoli e comunicati diffusi da alcune forze politiche e singoli individui, a vario titolo intervenuti nel confronto politico cittadino, riteniamo di dover precisare alcuni punti, per noi essenziali, nel tentativo di sgombrare il campo dalle fantasiose ricostruzioni che incombono sul “dibattito” politico di questi giorni e di chiarire la posizione del circolo di Sinistra Ecologia e Libertà – Palagiano, in questo frammento della vita politica palagianese.

La scelta convinta di sostenere Gaetano Tarasco, nuovo Sindaco di Palagiano, per il turno di ballottaggio del 20-21 maggio, è maturata all’esito di un democratico confronto interno, sia al nostro circolo, che alla formazione politica che abbiamo costituito, che decisamente ha visto prevalere la volontà di accentuare il carattere che ci rende aperti a confrontarci con le altre culture più moderate della nostra, nell’ambito del Centrosinistra, e soprattutto con il suo principale protagonista, il Partito Democratico.   

Del resto, il risultato elettorale, che è sempre una fotografia precisa della società, già dopo l’esito del primo turno, ha evidenziato inequivocabilmente la forza e l’insistenza della domanda di Unità del Centrosinistra che ci viene rivolta dalla comunità palagianese.

La fondatezza della nostra decisione, peraltro, è stata ampiamente confermata dal riscontro che il nostro elettorato ha saputo offrire nel secondo turno di ballottaggio in favoredi GaetanoTarasco.

Le urne ci hanno richiamato alle nostre responsabilità di costruttori di rinnovamento della politica ed in particolare di buona politica, al di fuori da logiche feticistiche ed oltranziste. L’alternativa a questa scelta, rivendicata con orgoglio, per noi sarebbe stata l’autoreferenzialità.

Può anche essere appagante rinchiudersi in uno stato di minoranza strutturale e non chiedere null’altro alla politica che la possibilità di continuare a sbandierare il proprio ossessivo autoposizionamento, ma noi sappiamo che i cittadini hanno bisogno di forze politiche che interpretino un ruolo per cercare di pesare nei rapporti di forza della società.

A questo proposito, per replicare alle parole espresse nei confronti del consigliereVito Cervelleradai compagni palagianesi della Federazione della Sinistra, ricordiamo che il complesso di superiorità di cui evidentemente sono vittime, non è certamente un valore di Sinistra. Inoltre, quando in passato essi si sono misurati con le responsabilità dell’Amministrazione comunale non hanno certo dimostrato i meriti e le capacità che dovrebbero giustificare questo ruolo di predicatori o pedagoghi che hanno scelto per sé.

In riferimento, invece, alla presunta illegittimità, avanzata da qualche interessato opinionista, circa il riconoscimento di un incarico in Giunta al consigliereVito Cervellera,  noi riteniamo di rappresentare un sostegno politico strategico perla prossima Amministrazionee consideriamo lungimirante la decisione di comprendere in seno ad essa un nostro eletto.

Del resto, come prevede la legge, è il Sindaco, in ultima analisi, l’arbitro supremo degli equilibri stabiliti all’interno della Giunta. Di conseguenza le critiche sulla sua composizione e sulla provenienza dei singoli assessori, sono in primo luogo degli attacchi rivolti al Primo Cittadino, certamente al fine di indebolirne l’autorevolezza.

Noi, invece, siamo e saremo al suo fianco in questo cammino intrapreso nel segno del futuro, considerandoci le sentinelle della buona riuscita dell’Amministrazione.

E’ nostro dovere approfittare di questo spazio per rivolgere, quindi, a Gaetano Tarasco ed ai suoi Assessori, oltre che a tutte le forze politiche responsabili di questo Paese, i nostri più sinceri auguri di Buon Lavoro.

Il circolo Luigi Di Pierro

Sinistra Ecologia Libertà – Palagiano

 

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

22 commenti

  • Elettore Deluso

    Salve,
    dopo aver sostenuto ed approvato la campagna elettorale per il primo turno di sel e la coalizione di cui facevano parte, oggi dopo la svolta avvenuta con il ballottaggio (ho votato scheda bianca) e dopo questo comunicato mi pento amaramente di avervi votato.
    avreste dovuto rappresentare un’ alternativa alle due coalizioni di centro destra, invece avete deciso di deludere gran parte dei vostri elettori alleandovi con coloro che non rispecchiano affatto alcun principio di centro-sinistra.
    Dopo tutto ciò, non posso che riformulare le mie considerazioni su di voi reputandovi solamente degli OPPORTUNISTI come il vostro leader locale.
    Elettore Deluso

  • mimmoforleo

    Una formazione politica che può dirsi “forte” di neppure il tre per cento dei consensi dovrebbe lasciare che siano altri a stabilire cosa è dibattito politico e cosa non lo è. Questo è un suggerimento disinteressato che rivolgo a chi, le poche volte che decide di intervenire in un dibattito senza l’ausilio di qualche copia-incolla, puntualmente compie lo stesso errore: apparire borioso.

    Detto questo, passiamo alle cose “interessanti” di cui è ricco questo comunicato.

    Viene detto che l’appoggio a Tarasco sarebbe “l’esito di un democratico confronto interno” e fin qui nulla da dire; anzi, se il confronto democratico c’è stato per davvero la cosa non può che farvi onore. I problemi cominciano però quando si pretende di saper leggere la “fotografia precisa della società” palagianese scaturita dal voto.

    Quella fotografia, compagni di SEL, per l’aspetto che dovrebbe riguardarvi dice esattamente le stesse cose che diceva cinque anni fa: il vostro candidato sindaco ha ricevuto l’ennesimo mandato a starsene all’opposizione. Né più né meno, atteso che la sua situazione elettorale non è cambiata di una virgola; a fronte di una sinistra che appare in caduta libera nei consensi, neppure l’arruolamento di due nuove liste è servito ad intercettare i consensi che altri andavano perdendo. Quei consensi, mi dispiace farvelo rilevare ma è così, sono passati a destra e a centro.

    La cosa è sembrata chiara a tutti meno che a voi. Ma evidentemente, laddove gli altri utilizzano gli occhi, voi fate affidamento sull’immaginazione. Infatti, solo attraverso un esercizio di fantasia è possibile sostenere che sarebbe inequivocabile la “domanda di Unità del Centrosinistra” proveniente dai Palagianesi. Quando mai? I Palagianesi hanno detto chiaro e tondo che della sinistra, se potessero, ne farebbero volentieri a meno. Significherà qualcosa il dimezzamento di consensi subito dalla sinistra, oppure no?

    Chiarito che le urne hanno decretato due cose: Cervellera di nuovo all’opposizione e voi di SEL neppure meritevoli di superare il tre per cento, resta da dire che l’offesa più grave la rivolgete proprio al vostro beniamino. In cosa si traduce difatti sostenere l’esistenza di una “buona politica, al di fuori da logiche feticistiche ed oltranziste” e denunciare l’inutilità del “rinchiudersi in uno stato di minoranza strutturale e non chiedere null’altro alla politica che la possibilità di continuare a sbandierare il proprio ossessivo autoposizionamento”, se non in aperta sconfessione di quanto da lui fatto nei cinque appena trascorsi?

    E non voglio qui considerare, per ragioni di spazio, da una parte la presunzione di chi, parlando sempre dall’alto di un neppure tre per cento, dichiara di poter “rappresentare un sostegno politico strategico per la prossima Amministrazione” (così “strategico” da non essere stato preso in considerazione ai fini di un possibile apparentamento, che infatti non c’è stato), e dall’altra il goffo tentativo di ignorare i legittimi problemi di democrazia avanzati da quanti lamentano di aver saputo solo a Giunta fatta dell’accordo intervenuto a sinistra.

    Mimmo Forleo

    • servizio pubblico

      Signor forleo quella che chiama”coalizione di centro-sinistra” non e’ altro che pura democrazia cristiana,a parte qualche lampo rosso,a palagiano ha dominato il puro qualunquismo democristiano.Costruito sul disinteresse dei cittadini verso la politica,chiamati e implorati solamente nelle elezioni.Campagne elettorali progettate ai minimi dettagli come quest’ultima,una vera campagna di immagine,capace di attrarre le attenzioni del palagianese medio.Mi creda diro’ forse una grande stupidaggine pero’ credo fermamente che ci sia stata piu’ sinistra nella coalizione del centrodestra.La sinistra non ha perso,in verita’ abbiamo perso noi tutti : i cittadini.

      Servizio pubblico

  • Elena

    Certo che è proprio “strategico” e “lungimirante”, per chi amministra, incamerare il dottore Cervellera e perdere i signori Lippolis e Latagliata! Proprio strategico e lungimirante, complimenti a tutti!
    Non solo, il popolo che “ha voluto l’unità del centrosinistra” dopo tanta strategia e lungimiranza si trova con 1 consigliere del centrosinistra in meno…
    STRATEGICO e LUNGIMIRANTE!!!

    • gli indignati

      cara Elena,
      torniamo con piacere ad interloquire con te, avendo ormai capito che forse tu conosci bene i fatti!!! Se nessuno dovesse risponderci, ci risponderesti almeno tu come “PERSONA INFORMATA SUI FATTI”?
      Sicuri di una tua risposte, ti ringraziamo in anticipo e ti nomineremo LA DONNA AL CENTRO DELL’UNIVERSO… ti puoi fidare!!!!!!
      gli indignati

    • Elena

      Onorata!
      Meno male che mi avete nominata “la donna al centro dell’universo”…
      Qualcun altro avrebbe osato “LA DONNA AL CENTRO” e, visti i personaggi, non sarebbe stato allettante.
      Grazie!

    • il forestiero

      Bellissimo, finalmente anche altre persone fanno commenti esprimendosi su fatti reali.
      Cento punti a Elena, non fa niente se (almeno io) non so chi sei.
      E 100 punti anche a Mimmo Forleo.

  • gli indignati

    Spettabile SEL
    Concordando sul fatto che le vostre considerazioni politiche siano alquanto corrette, riteniamo doveroso, però, rivedere alcuni punti e, considerando il fatto che il neo sindaco, molto probabilmente abbia deciso di ignorare le nostre domande, chiediamo almeno a voi di darci qualche chiarimento:
    1. Come mai prima dell’apertura della campagna elettorale avete posto come condizione il NON accordo con tutta la coalizione del centro sinistra ed in particolare con il PD? Non sarebbe stato più corretto entrare a farne parte da subito e confrontarsi con essa? O forse la scelta è stata fatta sulla scorta del fatto che, per i risultati ottenuti dalle vostre singole liste, messi al confronto con quelli ottenuti dalla coalizione del dr Tarasco, forse nessun vostro candidato sarebbe stato eletto? E invece con questa oculata scelta, come già successo cinque anni fa, vi siete garantiti un posto in consiglio comunale?
    2. Come mai solo oggi prendete a cuore l’UNITA’ del centro sinistra, considerando che anche alle primarie abbiate rifiutato di confrontarvi con lo stesso e l’avete invece fatto con il centro destra, per poi, nelle ultime ore, grazie al sostegno delle solite ombre che oggi vi garantiscono anche un posto in maggioranza e persino in giunta,il vostro candidato sindaco ha vinto le primarie ???Forse a questa domanda, potrebbero rispondere anche i sig.ri Antonio Cuscito e Mimmo Forleo?
    3. Abbiamo grande stima della democrazia all’interno del vostro partito ma vorremmo precisare che la stessa, solitamente, non viaggi a senso unico per cui, non sarebbe stato più corretto, durante le trattative, richiedere la presenza di tutta la coalizione vincente evitando i moti carbonari ormai remoti sì da chiedere ed eventualmente ottenere il consenso di tutti?
    4. Essendo, per legge, previsto l’ISTITUTO DELL’APPARENTAMENTO, perchè non pretenderlo da subito evitando di giocare a nascondino, dando a tutti ( candidati ed elettori ) la possibilità di capire chiaramente quanto accadesse intorno a loro???????
    Ciò che ora chiederemmo, oltre ad una risposta alle nostre domande, sarebbe un conforto politico e morale.
    Vorremmo da voi delle parole che riescano a spiegare il nostro stato d’animo considerando che, dopo aver riposto la nostra fiducia nei giovani della lista “Palagiano in crescita” e che gli stessi, dopo aver riscosso un alto consenso elettorale si siano visti dare il ben servito a vantaggio di chi, invece HA PERSO LE ELEZIONI, tenuto conto che i primi cinque candidati della lista “Palagiano in crescita”abbia ottenuto un risultato di poco inferiore a quello della vostra intera coalizione e, cosa ancor più grave il fatto che, mentre voi abbiate condiviso la scelta con l’intero gruppo, la coalizione vincente non sia stata assolutamente interpellata… questa la chiamate democrazia?
    Confidiamo, almeno da voi, in una celere risposta, anche pubblica se lo riteniate opportuno, non abbiamo alcuna intenzione di nasconderci se qualcuno ci degni di attenzioni!

    Cordialmente gli indignati

    • mimmoforleo

      Carissimi indignati, su come il candidato della coalizione “Insieme per Palagiano” abbia “vinto” le primarie non c’è bisogno di ulteriori delucidazioni né da parte mia né da parte di Antonio Cuscito. Trovate tutto su questo sito, basta avere la pazienza di cercare. Vi imbatterete dapprima in un post scritto “a caldo” dall’ex sindaco, in cui senza tanti giri di parole rivendicava apertamente il risultato conseguito dal fisico; definito ottima persona ma, come dire, un tantino sprovveduto sul piano politico. Poi in una serie di simpatici siparietti aventi per protagonisti sempre l’ex sindaco e svariati sostenitori ed ex sostenitori di Cervellera.

      Perdonate adesso la mia curiosità ma, dopo le tante domande che ponete da giorni e destinate, ormai dovreste averlo capito anche voi, a rimanere senza risposte, sono io a rivolgervene una.

      Mi spiegate come mai, dopo aver detto di concordare con le “considerazioni politiche” sviluppate da SEL, tornate a porre anche a SEL le stesse domande? Vi si è incantato il disco per caso?

      Se le cose stanno come dice SEL, di cosa state a lamentarvi ancora? Per il bene del centrosinistra e di Tarasco mandatela giù ‘sta pillola (ché poi quello che ve l’ha prescritta è pur sempre un medico, non dimenticatelo) e date il vostro “benvenuti” a Cervellera & C.

      Mimmo Forleo

  • gli indignati

    Caro sig. Mimmo Forleo
    il disco non è ne incantato, nè tantomeno rotto.
    Probabilmente ci siamo espressi male in quanto noi, è vero che concordiamo con quanto sostenuto dal SEL, ma ciò limitatamente al fatto di essersi confrontati tra di loro prima di prendere una decisione in merito all’apporto da dare alla coalizione del dr.Tarasco che, al contrario, ha ritenuto opportuno non interpellare assolutamente la stessa.
    Per quanto riguarda tutto il resto, noi non condividiamo un bel niente in quanto, correttezza vuole che avrebbe dovuto chiedere l’apparentamento così come da norma o, quantomeno, PRETENDERE la convocazione alle trattative dell’intera coalizione. Ma lui ha preferito la presenza del solo candidato sindaco seguito dalle sue due ombre a garanzia e tutela di quanto pattuito. Tutto ciò premesso noi, gente di sinistra, non ci sentiamo rappresentati da atteggiamenti poco chiari da parte di chi si reputa gente di centro sinistra!
    Passando infine alla pillola, bhè! Sarà stato anche un medico a rifilarcela, ma essendo quella sbagliata, non riesce proprio a scendere, nemmeno con un pò di zucchero.
    VOGLIAMO RISPOSTE!!! gli indignati

  • Vito Pesare

    Ho la netta impressione che la pillola (amara) sarete costretta ad ingoiarla, i fatti dimostrano fino a prova contararia, che non solo vi e’stata servita la pillola, ma per mandarla giu vi hanno servito anche la limonata. Cmq non aspettatevi risposte da chi, risposte non ha.

  • Antonio Cuscito

    A gennaio Cervellera affermava di aver ricevuto un’imboscata da Ressa (vedi articolo), ed incosapevolmente riceveva un sostegno significativo per “vincere” le primarie. salvo aprire al Pd nell’arco di pochi minuti dalla chiusura dei seggi (vedi intervista a Gazzetta del Mezzogiorno).

    A maggio Cervellera riceve un’imboscata dal Dr Tarasco, che per paura di non coprire il gap di 2 VOTI che lo distaccano da Serra lo obbliga ad ingoiarsi tutta la spazzatura verbale utilizzata nei suoi comizi contro di lui ressa e scalera ed accettare l’assessorato, che i legittimi aspiranti Latagliata e Lippolis rivendicavano per loro in qualità di eletti di maggioranza.

    Cercare coerenza in tuttò ciò è pratica molto complicata, ma anche una strategia politica è difficile da inquadrare nell’alveo di logiche soluzioni probabili.

    Che dire. Quoto Ressa che, per fini reconditi ma di piu’ larga lungimiranza, utilizza in piu’ occasioni il “primo cittadino” dell’incoerenza per il raggiungimento dei medesimi; e compiatisco chi negando se stessi, i propri ideali ma sopratutto tradendo i propri elettori, per fini chiarissimi e di scadente prospettiva e lungimiranza, si accingono a proseguire il percorso amministrativo di coloro i quali, non in una sola, ma in due e poi tre elezioni hanno etichettato come SCELLERATA (vedi articoli e comizi).

    Saluti

    P.s. ai soliti anonimi che ora ribadiranno la mia sconfitta alle primarie, faccio notare di aver perso anche le elezioni nel 2002, nel 2007 e nel 2012. Ma c’è una cosa che non perderò mai: la DIGNITA’. Quella professionale data dal lavoro e quella politica frutto della consapevolezza che le urne sono sacre: chi vince governa, chi perde va all’opposizione.

  • Biagio

    E’ interessante sapere come, la necessità “inequivocabile di una domanda di unità di centrosinistra”, sia stata la molla che abbia portato, in un periodo di crisi, a spendere altri soldi per il turno di ballottaggio … De necessitate virtute o si poteva essere uniti già da prima? Era necessario fare questi passaggi o, se qualcuno o più di uno, avesse fatto un passo indietro, non sarebbe stato sufficiente il 1° turno?

  • gli indignati

    Caro sig. Antonio Cuscito,
    intanto vorremmo ringraziare tanto lei, quanto il sig. Mimmo Forleo in quanto sempre aperti al confronto, nel bene e nel male. Ci trova pienamente d’accordo sul suo discorso della DIGNITA’ ma, purtroppo, questo è un discorso che vale solo per lei ed altri pochi eletti…. non crede?
    Cordialmente gli indignati

  • gli indignati

    A questo punto,
    caro Life e perchè no, anche cara Elena, la nostra DONNA AL CENTRO DELL’UNIVERSO,
    chiediamo almeno a voi:
    se il Dr. Tarasco ci ha ignorati;
    se il Dott. Ressa non ha ceduto alla tentazione di risponderci;
    se il SEL con il suo leader carismatico ha preferito il selenzio stampa……
    allora diteci: secondo voi, come mai nessuno ci degna di attenzioni????????????
    E’ questo, quello che ci attende per i prossimi cinque anni? Un’amministrazione fantasma?
    D’altra parte noi siamo indignati, mica invisibili!!!
    Per favore, almeno voi, dateci un segno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    con affetto gli indignati

    • mimmoforleo

      Come dice il titolo del post, il “segno” lo avremo in futuro. Questa è gente tosta che lascia parlare i fatti; e se i fatti non danno ragione, si può sempre promettere che ce ne saranno di successivi nei quali sperare.

      Detto con altre parole: Ti sei già fidato di me e adesso non sei soddisfatto? Porta pazienza e abbi fiducia, vedrai che prima o poi una cosa l’azzecco.

      Con simpatia,
      Mimmo Forleo

  • Elena

    Il dottore Tarasco non ci ha ignorati… è stato occupato nel suo lavoro di sindaco, ha formato la sua squadra (il che ha richiesto moltissimo tempo… specie nella scelta della quota rosa)… ha ignorato il dottore Ressa e il dottore Scalera, dopo aver fatto altrettanto col signor Lippolis e il signor Latagliata.
    Il dottore Ressa sono certo che cederà alla tentazione, cederà e lo farà con lo stile che lo ha sempre contraddistinto… cederà, cederà… sento che sta già cedendo…
    Il SEL non ha preferito il silenzio stampa… semplicemente non ha parole… farà parlare l’Arca, Moro e Berlinguer… sento che stanno già parlando…
    Mio marito ha invitato gli amici per la partita di questa sera, uffa!!! Mi perdo il consiglio comunale…

  • Foto del profilo di Facebook

    Life

    Cari “Indignati”, credete davvero che “qualcuno” vi risponderà?

    Per alcuni Palagiano.net si legge, ma Mai rispondere… alle “provocazioni”!

    State facendo un buon lavoro.

    Complimenti.

    Life.

  • gli indignati

    Ciao Life,
    ma noi siamo speranzosi e, come si dice:
    LA SPERANZA E’ SEMPRE L’ULTIMA A MORIRE”.
    Allora abbiamo pensato di rivolgere un’altra serie di domande a qualcun’altro come già, forse, avavamo preannunciato.
    Naturalmente daremo un tempo massimo per le risposte, al termine del quale…..bhè! Risponderemo noi al posto di tutti loro!!!!!!
    Guarda un po’ cosa ci tocca fare!!!!!!
    TANTO NOI SAPPIAMO TUTTO!!!!!!!!!!!!!!!!
    E poi vediamo chi avrà il coraggio di smentire e chi invece, mangerà la nostra minestra!
    P.S. : Elena, ti abbiamo appena eletta INDIGNATA SPECIALE ad honorem!
    A presto_________gli indignati

  • gli indignati

    A proposito, Life
    avremmo pensato di organizzare il raduno degli indignati al prossimo Consiglio Comunale, per cui, a breve, faremo un articolo per chiedere le adesioni. Che ne pensi?
    Ciao e a presto____________gli indignati

    • Foto del profilo di Facebook

      Life

      Come sempre, quando ci sara’ da indignarsi io mi indignero’ e saro’ con voi.

      Quando ci sara’ da applaudire io applaudiro’.

      E quando non ci sara’ “nulla”, io mi annoiero’.

      E fino ad oggi, la terza parte vince.

      Life

  • Pio XIX

    Pagliacci della politica! Potevate allearci già al primo turno con il Pd, evitando tutta quella manfrina di primarie e campagna elettorale..per dirla alla Ziliani…PAGLIACCI…

Lascia un commento