Ad oltre un mese dalla proclamazione del neo-Sindaco Tarasco e ad oltre quindici giorni dalle nomine assessorili, la squadra di governo appare totalmente assente rispetto alle impellenti problematiche che affliggono il nostro territorio. Infatti, nonostante le nostre sollecitazioni, già espresse durante la seduta di insediamento del Consiglio Comunale, a tutt’oggi restano ancora inassegnate le deleghe assessorili, segno evidente dell’assenza di omogeneità all’interno della maggioranza nonché di scarso decisionismo da parte del primo cittadino.

Tutto ciò, inevitabilmente, comporta rallentamenti alla macchina amministrativa e quindi disservizi alla cittadinanza; noi invece riteniamo necessaria un’amministrazione svelta nel decidere e soprattutto nel risolvere.

L’interesse della nostra comunità non può e non deve essere sacrificato sull’altare della lottizzazione politica tra i vari gruppi di maggioranza!

In assenza di una specifica ripartizione di competenze, nella confusione tra assessori nominati (senza delega) e consiglieri comunali in cerca di visibilità, vengono a mancare precisi punti di riferimento in tutti i settori della vita amministrativa, con un conseguente rimpallo di responsabilità che costringe sia noi Consiglieri Comunali di minoranza che i singoli cittadini ad una infinita peregrinazione tra i diversi componenti della maggioranza ogniqualvolta si presenti il minimo problema.

Ci auguriamo, pertanto, che il prossimo Consiglio Comunale, fissato per il prossimo 2 luglio, sia l’occasione giusta per accogliere il nostro invito, che ancora una volta ribadiamo, ad assegnare le specifiche deleghe assessorili e permettere così a ciascun componente della Giunta Municipale di attivarsi nell’interesse del proprio settore.

I cittadini chiedono, infatti, a gran voce immediate risposte rispetto ad una pluralità di problematiche tra le quali, ad esempio, il miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti affinché Palagiano non viva all’infinito momenti di emergenza come quelli vissuti pochi giorni fà a seguito della mancata raccolta, per svariati giorni, dei rifiuti.

Ed ancora, la necessaria pulizia delle nostre spiagge e dell’intero abitato di Chiatona per garantire adeguata igiene e decoro a residenti e turisti.

Peraltro, anche alla luce dell’emergenza verificatasi domenica 24 giugno scorso, ci sembra opportuna e necessaria una maggiore attenzione dell’Amministrazione rispetto alle problematiche legate alla sicurezza delle nostre zone balneari interessate durante la stagione estiva da un consistente flusso di utenti.

Appare, pertanto, necessario rivedere la viabilità e le aree a parcheggio, così come peraltro già sostenevamo in campagna elettorale, al fine di garantire un’ordinata vivibilità delle nostre zone turistiche.

Cogliamo, altresì, l’occasione di questo nostro comunicato stampa per rivolgere un sentito ringraziamento a tutti coloro i quali si sono prodigati durante l’emergenza incendio di domenica scorsa, in particolar modo alle locali Associazioni di Volontariato e Protezione Civile che ancora una volta hanno dimostrato il loro attaccamento e la loro dedizione alla nostra Comunità.

 

Palagiano, 25 giugno 2012

 

I gruppi consiliari di minoranza:

 

Popolo della libertà: Borracci Donatello, Mancini Francesco, Marangione Aldo

 

Palagiano nel cuore: Serra Francesco, Carucci Francesco

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Un pensiero su “PALAGIANO: AMMINISTRAZIONE COMUNALE ANCORA IMMOBILE!”
  1. Ma è davvero ancora così poco chiaro come funzioni questa nuova amministrazione?
    Una volta messi a tacere i rappresentanti della lista “Palagiano in crescita” che, avrebbero sicuramente rotto le uova nel paniere facendo vacillare “determinati equilibri”, ora il problema più grande rimane proprio quello della spartizione delle deleghe con particolare attenzione a quella dell’urbanistica-lavori pubblici-servizi sociali-vicesindaco che farebbero gola a chi ha come obbiettivo non certo l’interesse del paese bensì quello personale. Di tutto ciò naturalmente, il principale artefice è proprio il sindaco che avrebbe dovuto attribuire il tutto sulla scorta delle reali competenze. Invece, come ormai tutti sappiamo, quando
    ha dovuto promettere l’assessorato al dott.Cervellera ha saputo bene come fare il sindaco vestendosi d’autorità e sacrificando la lista “Palagiano in crescita” mentre,ora che comincia ad affezionarsi fortemente al ruolo di sindaco, pur di continuare a mantenerlo, si lascia facilmente ricattare dai suoi consiglieri ( ognuno dei quali viaggia su un binario a sé curando solo i propri interessi) che molto bene hanno capito ciò!!!
    A dimostrazione di questo ne è il fatto che:
    neanche uno di loro si è degnato a rispondere alle nostre domande;
    nessuno ha avuto nemmeno una parola in merito sul documento scritto da due dei loro colleghi consiglieri di maggioranza ( Lippolis e Latagliata)e, a tal proposito, un rimprovero va anche all’opposizione, in quanto, essendo alla presenza di un documento politico pubblico, non ci si dovrebbe assolutamente esimere dal chiedere lumi in merito e invece, in consiglio comunale neanche lei ha fatto il suo dovere! PIRLO LANGIA GLI ASSIST E BALOTELLI SBAGLIA I GOAL!…consentiteci ma state giocando una brutta partita!!!
    nessuno ha battuto ciglio nel vedersi affiancati da un consigliere di minoranza che come per magia è passato alla maggioranza, pur avendo utilizzato, durante la campagna elettorale, aggettivi poco gratificanti nei confronti dello stesso consigliere! O sono in grado di smentirlo??? Ma tanto loro non parlano!
    Per questo modo di fare c’è solo un termine da poter utilizzare;
    VERGOGNA!VERGOGNA!VERGOGNA!VERGOGNA!
    E per cinque anni, semmai dovessero reggere…
    … VERGOGNA!
    Fortemente indignati__________gli indignati

Lascia un commento