Il disastro provocato dall’alluvione del settembre 2003, le cui ferite sono ancora aperte, grazie alla quotidiana azione amministrativa, può essere archiviato come un terribile ricordo che non potrà più offendere le nostre case, la nostra città.

Fin dal 2003, il Sindaco e tutta l’Amministrazione, si impegnarono per ottenere cospicui finanziamenti e realizzare imponenti opere di difesa del suolo da eventi alluvionali. Ogni giorno abbiamo lavorato con l’unico obiettivo di dare ai nostri cittadini, non solo la sensazione, ma la certezza, che mai più l’acqua e il fango potranno portare distruzione nel nostro Comune.

Decine di chilometri i canali realizzati, collaudati di fatto già durante i nubifragi degli ultimi anni che hanno dimostrato che, pur con i lavori ancora incompleti, il paese non si è allagato neppure di un centimetro. In questi giorni è previsto l’avvio del collaudo tecnico e amministrativo, ciò significa che i lavori sono pressoché conclusi.

Ma l’Amministrazione, sulla messa in sicurezza del territorio, non si sente ancora completamente soddisfatta. Per questo motivo è stata data priorità in AREA VASTA alla realizzazione di un ulteriore canale a protezione del centro urbano. Al Comune di Palagiano sono stati assegnati altri finanziamenti pari a 1.630.000,00 ed è già stato redatto il progetto esecutivo e bandita la gara d’appalto. I cittadini possono prenderne visione collegandosi al sito www.comunepalagiano.ta.it o chiedendo informazione presso l’UTC.

Si tratta di un’opera che completerà la messa in sicurezza del centro urbano e che darà ai cittadini di Palagiano maggiore sicurezza.

Queste sono le cose serie che un’Amministrazione deve realizzare, questo significa tutelare l’ambiente ed il territorio, questo si attendono i cittadini dagli amministratori e questo è quello che l’amministrazione è stata capace di realizzare.

Palagiano, 28/10/2010

Il Sindaco

Dott. Rocco Ressa

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento