Fonte: http://www.corrieredelgiorno.com

Michele Amatulli

 Sostenersi su bimbi e ragazzi.Palagiano

La raccolta differenziata dei rifiuti e il loro riciclo sono una delle priorità del momento. Chi vada ad ascoltarne i suoi teorici, che oggi hanno finalmente conquistato il loro diritto di cittadinanza, capisce che se la differenziata fosse stata da subito oltre che un metodo di gestione dei rifiuti, anche una ragione sociale, oggi non avremmo campi, frutti e cielo avvelenati, malavita arricchitasi anche dai rifiuti, venalità della politica, disonestà dilagante, come emerge dalle dichiarazioni del pentito Schiavone, che industriali del Nord e malavitosi del Sud sapevano che, nei più fertili terreni campani e pugliesi, stavano seminando cancro, eppure lo hanno fatto. E i politici dell’antimafia, sapevano dei terreni avvelenati, ma nascosero la notizia: nefandezze allo stato puro.
Oggi, in un piccolo paese come Palagiano, fra i divulgatori della raccolta differenziata e del riciclo si trova la ditta incaricata di raccogliere i rifiuti cittadini, la Tecnoservice, la quale ha affidato il compito a due ragazze, Paola Gasparini e Roberta Tria (travestita da “Nino il netturbino”), che in tutte le scuole del paese, elementari, medie e superiori, con il tema “Nulla si distrugge, tutto si trasforma, vediamo come”, spiegano il perché e il come della raccolta differenziata e del riciclo del materiale ritrovato, certe, dicono al “Corriere” che i bambini, i ragazzi e i giovani siano il più solido e duraturo pilastro per la riuscita del programma. E agli studenti più grandicelli, quello dello Sforza, che studiano da geometri, hanno proposto un concorso a premi, che si chiuderà il 28 gennaio e la cui cerimonia di premiazione si terrà il 28 febbraio, per i più piccoli giochi, imitazioni, matite e palloncini.
Quasi tutor dell’iniziativa l’assessore Michele Amatulli, il quale sottolinea che Palagiano è, forse, il solo paese ionico ad aver aderito alla “Settimana europea di recupero dei rifiuti”, che domenica prossima alle 11,30 ciclopasseggiata per le vie del paese, che a fine ottobre Palagiano ha raggiunto quota 50% di differenziata, che domenica sarà proiettato il film Rifiuti zero e saranno raccolti indumenti usati in buono stato da regalare ai più bisognosi.
La raccolta differenziata, dunque, è anche solidarietà.

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

3 pensiero su “PALAGIANO –Differenziata, riciclo e solidarietà: già al 50%”
  1. Non avverto alcuna necessità di “scatenarmi”, caro Alçor Manuz. Semmai mi piacerebbe ricevere dall’assessore Amatulli conferma circa il fatto che non saremmo a rischio Ecotessa per il 2014. Tale è infatti la rassicurazione data a noi comuni mortali dall’assessore, nell’intervista da egli rilasciata a Pinuccio Favale.

    Ora. Poiché l’interpretazione dell’italiano scritto non dovrebbe lasciare adito a dubbi, il senso della legge regionale citata nel mio articolo è chiaro: il calcolo della differenziata (ai fini dell’Ecotassa) va fatto e deve riguardare il periodo che va dal 1° Settembre di un dato anno al 31 Agosto dell’anno successivo.

    Sperando che almeno intorno all’italiano scritto l’assessore non vorrà sollevare obiezioni, gli favorisco adesso i dati concernenti la quantità di rifiuti raccolti a Palagiano dal 1° Settembre 2012 al 31 Agosto 2013:

    Indifferenziati: 4.298.880 Kg

    Differenziati: 2.408.410 Kg

    Totale RSU: 6.707.290 Kg

    Considerato che sarei in possesso di una banalissima maturità per geometri, e considerato pure che i miei ricordi scolastici potrebbero essere stati compromessi dal mio avanzato stato di età, sottopongo all’illuminato parere dell’assessore il calcolo da me eseguito per ottenere la percentuale di differenziata effettuata in detto periodo:

    (RSU Differenziati / Totale RSU) * 100 = 35,91

    Se il mio procedimento di calcolo non è errato, quindi, saremmo di 4 punti percentuali abbondanti sotto la soglia del 40%. Ma poiché la matematica, questo è risaputo, può cambiare da paese a paese e da testa a testa, mi rimetto al parere dell’assessore Amatulli.

    Mimmo Forleo

    1. NIENTE!!!!
      ..è proprio INCONTINENTE! 🙁
      Complice il suo “avanzato stato di ….età” …..NON CE L’HA FATTA!!!!!

      Carlo ti conosce davvero bene, eh!?!? 😉

      MUAHAHHHA!!!!

      ti vogliamo bene, Mimmuzzo! Non cambiare mai! (tanto non ne saresti capace)

Lascia un commento