scuolabus palagiano

Buongiorno. Scrivo questo articolo per denunciare anche su questo sito quello che da giorni si denuncia su facebook, ovvero la mancata partenza del servizio scuolabus per i bambini che vivono nelle zone extraurbane del paese.

Come già denunciato dalla signora Patrizia D’auria, il servizio partirà il 1 ottobre, e non il primo giorno di scuola, perchè si sa che le famiglie che abitano nelle zone extraurbane non devono avere gli stessi diritti di chi abita “in paese”( vedi raccolta della spazzatura, pulizia delle strade), e quando questa cosa viene fatta notare, l’unica risposta che si ha è un “Arrangiatevi”.

Ma andiamo con ordine. La scuola a Palagiano è iniziata l’11 settembre. Per quella data il nostro comune non aveva ancora fatto sapere ai genitori se ci sarebbe stato o meno il servizio di trasporto. Quindi la signora D’auria ha preso i suoi due bambini e si è è incamminata verso la scuola (eh già, c’è chi ancora non ha due macchine in famiglia, e ci sono padri di famiglia che lavorano e pensate un po’), attraversando la famosa extramurale.

Arrivata a scuola, anche li nessuno sapeva nulla. Intanto si iniziava a vociferare che il servizio sarebbe partito solo il 1 ottobre.

Incredula, il giorno dopo la stessa si recava al comune, dopo aver accompagnato sempre a piedi i figli e superando sempre la suddetta strada, e cercava di parlare con le addette del servizio trasporti. Ufficio chiuso, perchè l’orario di ricevimento era al pomeriggio.Fortunatamente però, se così si può dire, un’addetta proprio in quel momento usciva dall’ufficio per motivi personali e la signora D’auria le chiedeva se fosse possibile avere informazioni sullo scuolabus. La signora le chiudeva la porta in faccia urlandole che il servizio sarebbe cominciato il 1 ottobre e che ci si doveva arrangiare.

A questo punto ormai non più incredula ma arrabbiata, la mamma in questione tornava a scuola, cercando di parlare con il direttore, che non c’era, e vedendo il vice, esponeva a lui tutta la questione.

Il vicedirettore ha allora telefonato al sindaco, esponendogli il problema, ma indovinate dov’era il nostro sindaco? nel suo ufficio? ma certo che no. era a medjugorie, ma si interessava ugualmente al problema e prometteva di farsi risentire dopo un’ora. In tutto questo la mamma parlava con uno degli autisti dello scuolabus che le faceva vedere uno scuolabus, nuovo di pacca, abbandonato nel cortile della scuola, di proprietà del comune. quindi i bambini vanno a piedi, ma non perchè manca lo scuola, ma perchè il comune non ha pensato per tempo di assumere gli autisti.

e sapete qual è la soluzione geniale che il sindaco ha trovato? un’associazione di volontari che dovrebbe andare a prendere a casa i due bambini, nemmeno tutti i giorni, ma quando possibile, con la partecipazione alle spese della famiglia. Alla domanda “ma questa soluzione la adotterete anche per le altre famiglie?”  la risposta è stata “mica dobbiamo gettare il bando, gli altri non si sono lamentati”.

No, cara aministrazione tutta, non è così che si fa politica. Perchè per uno che parla, ci sono cento che subiscono in silenzio, ed il tuo compito dovrebbe essere quello di difendere ed aiutare il cittadino, di educare il cittadino alla legalità, non il contrario.

Ma questa è la politica palagianese, “se ti lamenti ti tappiamo la bocca offrendo la soluzione che riteniamo essere buona per noi, ma non dirlo in giro”. E sapete perchè è così? perchè sono anni che stiamo zitti, anni che sopportiamo tutto, anni che lasciamo che siano sempre le stesse facce ad arricchirsi alle nostre spalle. Gli anni di silenzio stanno lasciando terra salata ed arsa ai nostri figli.  Possibile che sia una sola famiglia a lamentarsi di un sacrosanto diritto leso? si sta ledendo il diritto di istruzione di circa 80 bambini, e nessuno che gridi per lo sgomento? due bambini son0 costretti a farsi a piedi km di strada sotto il sole o sotto la pioggia perchè l’amministrazione non si è accorta che la scuola non comincia il 1 ottobre! e noi stiamo in silenzio. perchè noi così stiamo bene, perchè ci piace lamentarci solo quando abbiamo i piedi sotto un tavolo, ma quando bisogna andare in piazza a manifestare, abbiamo sempre da fare. Forza palagianesi. dimostrate a chi lotta che non lotta da sola. Domani scendete in piazza, e ricordate al sindaco chi lo ha eletto!

“noi ci dobbiamo ribellare. Prima  che sia troppo tardi!prima di abituarci alle loro facce!prima di non accorgerci più di nulla.”

Peppino Impastato.

Putignano Anna Maria

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

15 pensiero su “Palagiano. Scuolabus e diritto all’istruzione”
  1. Seguo la “faccenda” su FB da alcuni giorni e in effetti bisogna dare atto che la mamma “coraggio” ha alzato un polverone molto piu’ grosso del mio di 6 anni fa!
    Allora un “personaggio” riusci’ a “punirmi” privandomi dell’appalto in biblioteca !!!
    Cosa inventeranno i nuovi? Questa donna rimarrà sola o ci sara’ la protezione e l’aiuto dell’intera popolazione civile palagianese?

    Vi pregherei di chiudere un po’ gli occhi e di immaginare la vostra casa a qualche km dal paese….vi posso assicurare che tutto cambia!

    Pensate che sia giusto?

    Non trascurate questa “battaglia”,
    puo’ essere solo l’inizio….

    Life

  2. le battaglie comuni, vanno fatte insieme, solo così ascolteranno le nostre voci…
    Tutti, che abbiano figli o no, dovrebbero scendere in piazza domani!
    La scuola è un diritto; l’istruzione, che di una società civile dovrebbe esserne il fiore all’occhiello, è l’unica arma per contrastare lo stallo in cui ci stanno gettando e qui ci si dimentica che la scuola inizia!!!!

    Domani mattina io ci sono!!!

    Nica Pettoruto

    P.S.: forse sarebbe il caso di indicare meglio luogo e ora!

  3. Mi è stato appena riferito che durante un incontro in Municipio questa mattina (di gente che protestava per la mancanza di scuolabus) l’Assessore Petrocelli avrebbe detto che:
    1. le scuole non hanno mai comunicato la data di inizio delle lezioni;
    2. che l’Istituto Comprensivo “Rodari” non ha mai inviato gli elenchi dei bambini che hanno chiesto l’utilizzo dello scuolabus.

    Mi auguro che mi abbiano riferito una “chiacchiera”, perchè – se così non fosse – l’Assessore Petrocelli ha detto due gross4e corbellerie, per coprire le loro mancanze.
    Infatti:
    1.che l’anno scolastico comincia il 17 settembre in tutta la Puglia (pur a prescindere dalle eventuali decisioni di adattamento autonome delle scuole) è fissato dalla Regione Puglia ogni anno con specifica delibera della Giunta Regionale inviata anche a tutti gli Enti Locali;
    2. Il Comune di Palagiano ha chiesto alle scuole di inviare “le istanze eventualmente prodotte dai genitori dei bambini richiedenti il servizio trasporto per la scuola dell’infanzia e la scuola dell’obbligo…” in data 13.05.2013. In data 23.05.2013, con nota prot. n° 2492, l’Istituto “Rodari” ha risposto, inviando l’elenco dei bambini richiedenti della scuola dell’Infanzia. E si, perchè quello che evidentemente gli amministratori non sanno è che, da quest’anno, per la scuola Primaria e per la S.S. 1° le iscrizio0ni erano ESCLUSIVAMENTE ON-LINE ed il Comune avrebbe dovuto avere un link al proiprio sito web dove i genitori avrebbero dovuto compilare (sempre on-line) le richjieste di trasporto e mensa scolastica. Per questa mancanza, ci avevano detto che i genitori interessati dovevano essere indirizzati all’Ufficio P.I. dove avrebbero potuto compilare le istanze “cartacee”: cosa che è stata fatta!

    La riprova di tutto questo è che in data 13 settembre 2013, a mezzo fax, veniva comunicato alle scuole l’elenco degli alunni richiedenti il trasporto scolastico, con la richiesta “cortesemente” di informare “in tempo utile” i genitori che il servizio parte il 1° ottobre! Cosa che, ovviamente, abbiamo fatto oggi, che era il primo giorno di scuola!

    TANTO, COME SEMPRE, SOLO PER AMORE DI VERITA’! Almeno per il momento.

  4. si, ma perchè si fa un appalto che va da ottobre a maggio, se la scuola comincia il 12 settembre (giovanni XIII) e finisce a giugno? perchè non fare un appalto dal 12 settembre al 12 giugno? a giugno si ripresenterà lo stesso problema?

  5. Fino qui fila tutto, ma perchè non denunciare all’autorità giudiziaria questo episodio affinchè il prossimo anno si evitino questi disagi per i cittadini ed i loro figli? E che magari possa un giudice certificare di chi è la colpa. Si chiede troppo?

  6. Non vi posso lasciare un po’ che succede un macello… ma insomma, vi sembra normale che In un paese con una densità abitativa extraurbana abbastanza elevata come Palagiano non si provveda ad allestire in tempo il servizio di scuolabus. Cose da matti! Ed è da matti stare a discutere di questo nel 2013. C’è la crisi, e allora meno euri alle feste del folklore in quel di Palagianello e più soldini per il trasporto scolastico. Non vi pare normale?
    Signor Sindaco, posso farle una domanda (tanto so che non mi risponderà, almeno il suo predecessore, a modo suo, utilizzava questo strumento eccezzionale che è la rete e palagiano.net nella fattispecie): dato che la cosa pubblica non pare realmente “prenderla”, perchè non si dimette? Questa cittadina ha bisogno di un sindaco presente e, soprattutto, a tempo pieno! Per adesso le chiedo di supplire alle sue mancanze utilizzando magari il suo pulmann per andare a prendere i ragazzi da casa e portarli a scuola, fino al 1 ottobre. E pur sempre una sorta di pellegrinaggio, ad espiazione delle vostre mancanze.

    p.s. grazie Mario

    Luigi Putignano

    1. Be’, in effetti hai ragione Luigi, Rocco Ressa mi manca davvero! Un po’ “glene davo”, un po’ me le “prendevo”! E intanto si “costruiva”…
      Non c’e’ piu’ “palagiano…net” di una volta!! Meno male che ogni tanto ci sei tu….e Mimmo Forleo!

      Life

  7. Life abbiamo la memoria corta?
    Non dobbiamo prendercela soltanto con il sindaco TARASCO, ma con coloro i quali lo hanno voluto per rappresentare la coalizione di centro sinistra. Non nascondiamoci dietro un dito. Il GRANDE VECCHIO e IL GRANDE EX hanno prodotto questo scempio. Abbiamo il buon senso di ammetterlo tutti quanti utilizzando quella massima che da un pò di giorni viene utilizzata su questo portale: “PER AMORE DI VERITA'”-
    Appunto, per amore di verità e, soprattutto per onestà intellettuale non assolviamo da questo fallimento i veri responsabili. In effetti, se si seguisse la logica, la deduzione sarebbe scontata. Entrambe le OMBRE, ad un certo punto del loro percorso hanno pensato di poter gestire, a modo proprio, la pseudo “MAGGIORANZA” consiliare. Però, per motivi ancora poco chiari, il meccanismo controllato da costoro si inceppa ad opera di due piccoli granellini di sabbia che non consentono di garantire il suo INQUINATO funzionamento. Cosi si crea lo strappo tra i il DUO che pensa di controllare e gestire le proprie LOBBY in seno alla maggioranza. Le conseguenza di questi scontri si ripercuotono sui cittadini che avevano creduto nel sindaco TARASCO.
    Come ho avuto modo di argomentare in precedenza, questi SIGNORI pensano soltanto a coltivare i propri orticelli. Se non si intravede un interesse particolare, il problema non viene seguito da nessuno.
    Questi soggetti li vedi presenti soltanto per problematiche legate ai SERVIZI SOCIALI, GESTIONE DELLE COSTE,GESTIONE DEI CANALI, GESTIONE DEI LAVORI PUBBLICI, GESTIONE DI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA CON SISTEMI LED, GESTIONE DEL CENTRO DI RICREAZIONE PER ANZIANI CON INTERESSE DA PARTE DI PATRONATI SINDACALI, ecc., ecc. Dei nostri bambini che rappresentano il futuro e della scuola interessa molto meno.

    Signor Life sono rimasta esterrefatta per quanto affermato nel precedente post:
    “Seguo la “faccenda” su FB da alcuni giorni e in effetti bisogna dare atto che la mamma “coraggio” ha alzato un polverone molto piu’ grosso del mio di 6 anni fa!
    Allora un “personaggio” riusci’ a “punirmi” privandomi dell’appalto in biblioteca !!!
    Cosa inventeranno i nuovi? Questa donna rimarrà sola o ci sara’ la protezione e l’aiuto dell’intera popolazione civile palagianese?”

    Ho voluto evidenziare questo passaggio per affermare ancora una volta che un UOMO CHE TACE E CHINA LA TESTA MUORE TUTTE LE VOLTE CHE LO FA. Lo ha detto Giovanni FALCONE che certa gente non dovrebbe nominarlo….

    VAI AVANTI MAMMA CORAGGIO PERDERAI UNA BATTAGLIA, MA VINCERAI LA GUERRA DI TUTTI GLI ONESTI.
    ADANEGRO

  8. Ba’!! Mo’ mi si accusa pure di chinare la testa!
    Vedi “Ada”, forse dovresti farti “ossessionare” di meno dall’ex e dal “grande vecchio” e iniziare ad allargare le tue “vedute”. Il “personaggio” da me menzionato e’ ancora vivo e vegeto e lo incontri ogni mattina….ma di “lei” parli poco. Come mai?

    Buona riflessione.

    Life

  9. Life hai la coda di paglia? La massima di Giovanni FALCONE è stata da me evidenziata al solo fine di risvegliare la dignità del palagianese. Per quanto riguarda i miei incontri quotidiani mattutini, ti assicuro che sei fuori pista. Io non sono una politica, ovvero amica degli amici e quant’altro possa far pensare a chiunque dei miei legami o interessi politici. Sono avulsa da ogni “interesse”.
    Non ho accusato nessuno, quindi, se ti senti tale, hai mal interpretato il mio commento.
    Credo, piuttosto che, utilizzare questo portale per segnalare fatti e testimonianze, anche quelle meno piacevoli, significa crescita morale, culturale e sociale, Caro Life, seguire solo le notizie che fanno tendenza non sortiscono la soddisfazione della maggioranza dei visitatori del tuo portale.
    ADANEGRO,

    1. Ada,Ada…
      Risveglia la tua dignita’ palagianese e cerca di scavare oltre…
      la notizia che fa “tendenza”!
      Ma per davvero.

      Sono fuori pista?
      Ricorda che sono qui da 11 anni…e non da 2 anni!
      Mannaggia a te!

      Life.

Lascia un commento