Approda al Jet Set di Palagiano la mostra di arte migrante “Pennelli in fuga” organizzata da SPRAR Palagiano e l’Associazione Culturale Maharajah con il sostegno ed il patrocinio della Regione Puglia – Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l’Innovazione.
Nasce dalla collaborazione tra il Circolo Arci SvegliArci , Progetto SPRAR “ Koinè” di Palagiano e la mostra di arte figurativa “PENNELLI IN FUGA” che fa tappa a Palagiano il 10 febbraio presso il Jet Set di Fernando Pagliara. Qui rimarrà per una settimana. Sono richiedenti asilo e rifugiati gli “artisti” che espongono per la prima volta nella loro vita opere d’arte che sicuramente si sottraggono ai criteri tipici delle proprietà estetiche , del mercato, della domanda ed offerta ma si inseriscono in un filone di interesse sociale che pone l’attenzione su questioni di ordine interiore. L’arte come espressione di itinerari interiori, morali, di sofferenza, di speranza; l’arte come superamento delle barriere ; l’arte non mediata da critici d’arte che vuole comunicare attraverso i colori il mondo interiore di chi è costretto a lasciare la propria casa anche a costo di rischiare di morire.

Gli autori che espongono sono:
– ABDULAI DRAMMEH – Sierra Leone (ospite centro SPRAR Palagiano)
– MUSTAPHA JAITEH – Gambia (ospite centro SPRAR Palagiano)
– LAMIN JAWARA – Gambia      ( ospite centro SPRAR Palagiano)
– ALPHA JALLOW – Gambia       (ospite centro SPRAR Palagiano)
– VALENTINA ZANAJ – Albania

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento