Ambiente,  Palagiano

Proposta di “Regolamento del Verde Urbano pubblico e privato”

 

farfalle09Perché non debba più accadere un simile scempio! Questa è stata la motivazione fondamentale che ha indotto un gruppo di Associazioni operanti a Palagiano nel campo dell’ambientalismo, della Cultura e del Volontariato a farsi promotori della elaborazione di un  

 

Legambiente, W.W.F., Luce&Sale, Amnesty, Slow Food, TERRA, Adelphos e Il Cantiere, queste le Associazioni i cui Rappresentanti hanno incontrato il Sindaco Dott. Gaetano Tarasco, a cui hanno consegnato la proposta di Regolamento elaborata per sopperire alle carenze del Comune.  A fronte dell’ennesima aggressione  al già malridotto verde urbano a Palagiano, una delle motivazioni addotte da parte del Comune è stata quella che, non avendo Palagiano un Regolamento che disciplini l’uso, la cura e la tutela del Verde Urbano, non è possibile impedire a chicchessia la distruzione di un albero, specie se collocato in area privata.

Ora, hanno scritto le Associazioni, “a prescindere dalla non con divisibilità di tale assunto, fosse solo per la banale considerazione che il Regolamento lo deve adottare lo stesso Comune,  vi è che anche gli interventi sul verde pubblico è quasi sempre stato connotato da approssimazione, superficialità e inadeguatezza.

Alla luce di queste semplici considerazioni e ritenendo la funzione del Verde Urbano  di assoluta importanza per la Comunità in quanto “componente fondamentale del paesaggio urbano ed extraurbano, garantisce la sostenibilità ambientale, la conservazione della biodiversità e la tutela della salute umana, esplica funzioni di depurazione delle acque e dell’aria, di difesa e miglioramento del suolo,  di assorbimento dell’anidride carbonica e incremento della diversità biologica”, le scriventi Associazioni si sono fatti carico della elaborazione di una proposta compiuta di  “REGOLAMENTO PER IL VERDE URBANO”, che si allega alla presente.”

Per queste ragioni, si è chiesto al Sindaco che il Regolamento sia sottoposto in tempi brevi alla approvazione del Consiglio Comunale. Per questo, e perché tutti siano collegialmente responsabilizzati, la stessa richiesta corredata dalla proposta di Regolamento è stata consegnata anche al  Presidente del Consiglio Comunale e ai Capigruppo Consiliari del Comune di Palagiano

Intanto,  nelle more della approvazione, si è chiesto al Sindaco di voler impartire, attraverso l’adozione di provvedimenti di propria competenza, le opportune direttive agli Uffici ed agli Organi di vigilanza perché si soprassieda a qualsiasi ulteriore intervento sul Verde Urbano, con esclusione di quegli interventi che si rendessero urgenti ed indifferibili a tutela della pubblica e privata incolumità.

 

Il Sindaco ha espresso il suo personale apprezzamento per l’iniziativa delle Associazioni, ribadendo che quello della tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini è una priorità per l’Amministrazione Comunale, ed impegnandosi ad attivare il procedimento approvativo del Regolamento, con gli eventuali necessari approfondimenti, in tempi rapidi.

Nei prossimi giorni, comunque, le Associazioni proponenti organizzeranno ulteriori iniziative di informazione e sensibilizzazione dei cittadini, la cui attiva partecipazione è comunque fondamentale, e per spingere tutti gli Organi del Comune, politici e tecnici, a far presto.

 

Legambiente    f.to        Amalia ANZOLIN

W.W.F.                                   Teresa DE MARZIO

Luce&Sale                         Domiziano LASIGNA

Amnesty                             Danilo VONA

Slow Food                          Salvatore PULIMENO

Ass.  TERRA                       Nadir LORE’

Ass.  Adelphos                 Francesca NICOLINI

Il Cantiere                          Vito SANITATE

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

7 commenti

  • cinzia

    E’ una iniziativa lodevole, Palagiano ha bisogno di crescere in ogni comparto principalmente in quello del lavoro fatevi promotori affinché il comune dia gli indirizzi di crescita a tutti coloro che hanno voglia di investire e di lavorare senza impedimenti rispettando tutti i regolamenti. Vorrei anche che vi esprimiate sul problema dei terreni agricoli contigui alla zona abitata perché quando effettuano i trattamenti chimici inquinano le abitazioni avvelenando le persone.

  • Preneste ANZOLIN

    Cara Cinzia, è un gravissimo problema che, personalmente e come Legambiente) ho denunciato più volte, più volte chiamando Polizia Municipale e Carabinieri. Trattasi, infatti, di operazioni vietate a ridosso degli abitati. Senza parlare dell’altra piaga delle colonne di fumo che, stranamente io vedo e sento subito, ma i tutori dell’ambiente e della salute dei cittadini NO!
    E cmq, sto pensando da tempo di mettere in piedi un movimento simile a quello per il Regolamento del Verde Urbano, per costringere tutti colore che ne hanno formalmente il compito a rispettarlo o…. a risponderne!
    Pertanto, se sei interessata,ti invito a farne parte e metterci anche il tuo impegno.
    Fatti sentire!

    • cinzia

      Grazie Prof. Anzolin per tutte le iniziative che sostieni a favore dei cittadini. Accetto il tuo invito e sicuramente ci metterò il mio impegno.

  • giovanni b teutonico

    Buonasera,
    vorrei fare un invito alle su citate associazioni affinche’ si facciano promotori di vere e proprie battute di caccia al rifiuto purtroppo presente nella nostra meravigliosa pineta di Chiatona.
    Forse qualcuno mi dira’ che non è competenza del Comune di Palagiano ma gia’ vi rispondo che tutti noi siamo sempre e comunque debitori con la Natura.
    Oggi infatti ho molto gradito la passeggiata che ho fatto in pineta insieme a tanta altra gente, immerso nella stupenda e variopinta macchia mediterranea apprezzando molto la tipicita’ della stagione primaverile.
    Ma nello stesso tempo sono rimasto dispiaciuto nel vedere i danni causati dall’incendio del 24/06/12 ed ho pensato a quanto sia purtroppo facile perdere quel patrimonio naturale unico.
    Forse a causa del passaggio dell’incendio sono emerse diverse bottiglie in vetro anche rotte che, oltre a deturpare l’ambiente, possono innescare nella stagione estiva quando c’è molto secco un principio d’incendio.
    Vanno assolutamente rimosse anche perche’ ci sono punti nel bosco dove è necessario che il personale piu’ esperto si adoperi con le attivita’ di pulizia del sottobosco.
    Quindi attiviamoci per rendere ancora piu’ attraente la nostra pineta e ad insegnare a tutti cosa significa la parola civilta’.

  • incazzato

    per insegnare la parola civiltà io inizierei con l’abbattimento di tutta questa amministrazione, in grado solo di farsi le vacanze senza aprire gli occhi ai problemi dei cittadini ….
    VERDE? che parola è, loro non la conoscono, figuriamoci se devono aiutarci a ripulire.
    l’unica iniziativa che prendono è: AUMENTARE LE TASSE
    Stimo molto il sig. Anzolin per tutte le sue iniziative e per l’impegno che ci mette in tutto!

    • Foto del profilo di Facebook

      Life

      In tantissimi stimano il prof. Anzolin, ma al momento della “conta” c’e’ qualcosa che non torna…
      E’ forse questo il male peggiore del palagianese?

      Life.

Lascia un commento