L’Amministrazione Comunale nell’intento di ridare impulso allo sviluppo economico ed imprenditoriale del nostro territorio, ha voluto iniziare un percorso proteso ad avere finalmente una vera e propria zona industriale ed artigianale.
Tale volontà non può prescindere da quelle che sono le severe norme che regolamentano le attività di assetto del territorio.
Già con nota del 25 Marzo 2009, questi assessorati hanno invitato l’Ufficio Tecnico Comunale a disporre una apposita relazione da cui si riscontrasse la fattibilità di una nuova ipotesi di zona industriale anche alla luce della non praticabilità della vecchia zona industriale oggi gravata da vincoli di inedificabilità imposti dall’Autorità di Bacino della Regione Puglia (P.A.I.).

L’Ufficio Tecnico con propria nota del 18 Maggio 2009 trasmetteva un proprio studio di fattibilità per l’individuazione della nuova zona da destinare al P.I.P.(Piano Insediamenti Produttivi).
La Giunta Comunale con propria deliberazione n.99 del 4 Giugno 2009 nel prendere atto di tale relazione, esprimeva indirizzo politico allo stesso Ufficio Tecnico affinchè fosse predisposto apposito incarico a tecnici professionisti per la redazione del D.P.P. (Documento Programmatico Preliminare) indispensabile alla individuazione di nuove aree per insediamenti produttivi e quindi propedeutico alla contestuale variante urbanistica.
L’Uffico Tecnico Comunale con determina n. 219 del 10 agosto 2009 ha affidato tale incarico ad un raggruppamento temporaneo di professionisti, capogruppo Ing. A. Fiume, per le incombenze testè citate.

La strada quindi è stata tracciata, ci attendiamo un rapido decorso dei tempi procedurali anche in virtù della normativa regionale che impone delle corsie preferenziali e di vantaggio per l’approvazione definitiva del P.I.P.
Palagiano, potrà avere la sua zona industriale ed artigianale che potrà contare su una logistica invidiabile per essere crocevia di importanti arterie stradali e ferroviarie (autostrada A/14 Bologna-Taranto, Strada Statale n. 106 Reggio Calabria-Taranto, Strada Statale n. 7, Strada Statale n. 100, Ferrovia Taranto- Bari e Taranto-Napoli ecc.) e potrà anche candidarsi ad essere una valida attrattiva per tutte le attività della retroportualità del porto di Taranto ormai prossima a conoscere una nuova stagione di sviluppo non appena sarnno iniziati e terminati i lavori di dragaggio dei fondali marini che permetteranno l’arrivo di navi di grosso tonnellaggio.

L’auspicio, quindi, è quello di trovarci pronti a questo importante appuntamento.
Tutto questo sarà possibile solo con il contributo di tutte le forze politiche ed economiche del nostro territorio, per trovare quella giusta sinergia utile al bene della nostra Palagiano.

L’Assessore all’Urbanistica
Geom. Pasquale Rizzi

Il Consigliere delegato alle Attività Produttive
Giuseppe Catucci

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento