Palagiano,  Rodari,  Scuola

Scrutini bloccati in difesa della scuola pubblica

scuola rodari

I docenti dell’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Palagiano, giorno dieci giugno c.a., hanno bloccato gli scrutini per le classi prime e seconde della Scuola secondaria di primo grado, per respingere con forza il progetto di controriforma Renzi-Reggi-Giannini.

Le mobilitazioni si sono susseguite per tutto l’anno culminando nello sciopero generale del cinque Maggio. A questa mobilitazione continua, il governo Renzi ha opposto la ferma determinazione di procedere in quella che ad oggi rappresenta la più selvaggia aggressione ai danni della scuola pubblica.

Si ricorda che il blocco degli scrutini è perfettamente legale e, fatta eccezione per le classi terze, prevede lo slittamento degli scrutini (fino a un massimo di cinque giorni), delle conseguenti consegne delle pagelle e affissione dei risultati.

Lo slittamento, ovviamente, non avrà alcuna ripercussione sulla accuratezza delle operazioni di valutazioni che saranno garantite con la consueta professionalità, nell’interesse primario degli studenti.

Si ribadisce, inoltre, che le mobilitazioni contro il DDL Renzi-Reggi-Giannini vogliono tutelare il diritto allo studio degli studenti, nella convinzione che la difesa della Scuola pubblica è innanzitutto una battaglia di civiltà da condividere.

 

Palagiano, 10 giugno 2015

 

I docenti della Scuola secondaria di primo grado “Gianni Rodari”di Palagiano

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento