I lavori, introdotti dalla relazione della Presidente Amalia Anzolin, sono stati occasione per un bilancio delle numerose attività svolte dal Circolo in questi ultimi 4 anni, da un lato in direzione della formazione/informazione e sensibilizzazione della Comunità verso la sostenibilità ambientale, dall’altro, in difesa del territorio e delle sue bellezze ambientali, paesaggistiche, storiche e culturali.  Attività che hanno riguardato innanzitutto la partecipazione alle grandi campagne nazionali e internazionali di Legambiente, quali “Non ti scordar di me – Operazione Scuole Pulite”, Festa degli Alberi, PULIAMO IL MONDO” con interventi di ripristino ambientale in zone significative del territorio, “Spiagge e fondali puliti”  per la salvaguardia delle nostre coste e dei nostri mari, “Goletta verde” per il monitoraggio dello stato di salute dei nostri mari, che sempre hanno visto il coinvolgimento  delle scuole e di altre Associazioni del territorio.

Non sono state meno impegnative le iniziative di carattere più locale, dallo Sportello informativo su problemi ambientali ai Protocolli d’Intesa stipulati con le scuole per la realizzazione di progetti didattici vari, dalle iniziative diffuse di sensibilizzazione sulla Raccolta Differenziata dei rifiuti e la sostenibilità ambientale, alla ormai tradizionale Ecopedalata giunta alla 24^ edizione, dalle visite escursionistiche in Parchi e Aree Protette, alle battaglie per il ripristino della Legalità in tema di tutela del territorio e dei Beni Ambientali, a cominciare dall’annosa vicenda del villaggio turistico abusivo “Pino di Lenne”.

Pensare globalmente, agire localmente”, questo è il principio fondamentale ispiratore dell’azione di Legambiente ed il nostro Circolo ha fatto e continuerà a fare ogni sforzo per metterlo in pratica, da un lato sensibilizzando i cittadini a comportamenti e stili di vita più sostenibili e, dall’altro, con un’azione di stimolo nei confronti dell’Amministrazione Comunale, perché orienti sempre più le sue politiche verso obiettivi di sostenibilità ambientale e vivibilità urbana. In questo ambito continuerà con decisione la mobilitazione perché anche Palagiano abbia – finalmente! – il Regolamento per il Verde Urbano che ponga fine agli scempi del nostro patrimonio arboreo, che ancora in questi giorni si va perpetrando. Così come non verrà meno il nostro contributo per la redazione del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), per una più corretta e spinta Raccolta Differenziata dei Rifiuti, ma anche per avviarsi verso una strategia “Rifiuti zero”, per una Programmazione dell’incremento del Verde Urbano, nel rispetto della Legge n. 10 del 2013, per l’eliminazione delle fonti di inquinamento urbano e delle aree contermini ai terreni coltivati, in particolare.

Non meno importante sarà l’impegno dell’Associazione nella partecipazione alla gestione del Laboratorio Urbano The Factory, una impegnativa sfida per le Associazioni locali, e quella alla vita della Consulta delle Associazioni.

In ossequio alla nuova normativa relativa agli Enti del Terzo Settore, è stato adeguato lo Statuto del Circolo che si trasforma in APS (Associazione di promozione sociale) ed eletto il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione, che risulta così costituito: Amalia Anzolin (Presidente), Angela Scialpi (Vice Presidente), Massimo Cerra (Tesoriere), Lorita Iacobino (Segretaria), Anna Vavallo, Francesco Cassandro, Angela Gallone, Preneste Anzolin e Michele Parisi.