Il governo Berlusconi, a distanza di più di un anno dalla Sentenza della Corte costituzionale n. 238/2009, ha preso posizione forte e netta in favore dell’assoggettabilità all’IVA della Tariffa per la gestione dei rifiuti (la c.d. TIA).

Con il comma 33 dell’art. 14 del decreto legge n. 78 del 31 maggio 2010, è stata, infatti affermata la “natura non tributaria” della tariffa in questione il che comporta la sua natura di corrispettivo e la sua assoggettabilità al regime IVA.

Tale norma, inoltre, si autoqualifica come “norme interpretativa” e pertanto ha validità anche per il passato.

Il governo ha quindi posto la parola fine anche per la questione dei rimborsi relativi agli anni precedenti.

Ad avvalorare la natura non tributaria ma di corrispettivo della tariffa, il medesimo articolo stabilisce che le controversie che dovessero sorgere in materia di TIA rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario e non del giudice tributario.

Tutte le prese di posizioni di diverso tenore assunte a Palagiano su siti Internet o con manifesti da parte di esponenti politici del PdL o di altri partiti di opposizione sono pertanto superate dalla nuova normativa. In conclusione i cittadini di Palagiano devono sapere:

a) la necessità di copertura del 100% della spesa,

b) l’applicazione dell’IVA,

c) la impossibilità di tornare indietro alla TARSU.

Il Sindaco Stellaccio, unico sindaco in Provincia di Taranto e tra i pochissimi in Puglia, ha introdotto a Palagiano nell’anno 2000 la Tariffa rifiuti (T.I.A.) sostituendola alla Tassa (TARSU), ben sapendo che la TIA avrebbe comportato alcune dirette conseguenze negative per il contribuente:

1 -Il governo Berlusconi, contravvenendo alle argomentazioni contenute nella Sentenza della Corte Costituzionale, ha confermato l’IVA sulla TIA sia per il presente che per il passato.

I cittadini di Palagiano sono serviti.

Grazie consigliere Stellaccio!!!

Grazie consigliere Borracci!!!

?

Il Sindaco Dott. Rocco RESSA

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento