PalagianoinCorto è una rassegna di cortometraggi d’autore organizzata dall’associazione LUCE&SALE – Palagiano. Quest’anno ha ottenuto il patrocinio dell’Apulia Film Commission,del Comune di Palagiano e della Provincia di Taranto.
E’ un progetto in progress con lo scopo di ricercare e recepire a livello nazionale le spinte più “originali” che si agitano all’interno dei formati audiovisivi. Una particolare attenzione è riservata alla produzione audiovisiva pugliese di cui si intende testimoniare i cambiamenti e gli sviluppi.

PRESENTAZIONE CORTI

33 giri , di Riccardo di Gerlando, è un cortometraggio intenso e misterioso. Affronta la disabilità mentale senza scadere nel solito buonismo che
spesso ritroviamo in molti film sullo stesso tema.
Senza il minimo uso dei dialoghi e puntando solo su gesti e sguardi, sapientemente orchestrati da un’ottima regia, una splendida fotografia ed un efficace sottofondo musicale,
33 giri accompagna lo spettatore in questa misteriosa avventura, tra sogno e realtà, tra desideri e rimpianti fino al commovente epilogo finale.

Sotto Casa opera prima realizzata da Alessio Lauria. Quando ci si domanda il motivo per cui “ai giorni nostri” si vive stressati basta guardare questo corto.
Dopo una dura giornata di lavoro, passare ore in cerca di un parcheggio
prima di potersi distendere sul proprio divano è un problema comune a
molti, che spesso impedisce di essere completamente felici.

Sotto casa è un divertente cortometraggio ben realizzato, con uno
sfondo drammatico, il tema trattato è semplice quanto geniale: il parcheggio.

Stand By Me è una storia grottesca e surreale che racconta in chiave ironica l’ascesa imprenditoriale di un lucano: grazie a un’idea di marketing geniale riesce a mandare in onda su Raiuno uno spot pubblicitario che invita a morire a Matera.

Il numero di Sharon ha tutte le caratteristiche che un corto ben fatto dovrebbe avere.
Cortometraggio allegro, frizzante, nasce da un’idea semplice: la fortuna arriva, quando la vai a cercare.
In soli 5 minuti il regista costruisce una storia divertente e con un finale d’effetto.

Il compleanno di Sofia è un lavoro ispirato alle poesie Haiku Giapponesi. E’ una storia semplice in cui il silenzio e la natura giocano un ruolo fondamentale. Due giovani vedovi che in un silenzioso cimitero coperto di neve, visitando la tomba dei rispettivi coniugi, si incontrano e si innamorano. I protagonisti vengono travolti da un disperato bisogno d’affetto che, sopito per anni, li porterà a riaffacciarsi all’amore.

“PòPPITU” è un appellativo inventato ad hoc dai leccesi letteralmente vuol dire campagnolo ( contrapposto al ” cittadino” ).“Poppitu” è infatti la storia sospesa tra racconto e magia costruita attorno alla figura di Vittorio Bodini, oggetto di uno dei temi del concorso “Progetto memoria”, bandito da Apulia Film Commission.

Pretexto Andaluso.Liberamente tratto da “Nozze di sangue” di Federico García Lorca. La dolorosa tragedia del poeta dell’Alhambra nei flashback delle campagne di un Mezzogiorno magico e stregato.
La geometria dei coni e dei muretti a secco è pretexto di un destino di sangue, deciso dalle forze soprannaturali che regolano l’universo di Federico
Garcia Lorca.

Chiamatemi Ishmael. Nordafrica, Palermo. Attraverso la storia di Ishmael, Briguglia racconta il fascino e la vitalità della comunità africana a Palermo, nel mercato storico di Ballarò. Se la violenza di un padre può interrompere una storia d’amore appena cominciata, non c’è niente che possa fermare la storia di un popolo che è già un fiume in piena, ed è qua per vivere, lavorare, essere felice e garantire un futuro ai propri figli.

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento