Palagiano,  Penso percio' racconto...

VERGOGNA

Buona sera, Palagiano.

 Prima di tutto vi prego di scusarmi per questa interruzione. Come molti di voi io apprezzo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione.

Ne godo quanto chiunque altro.

Ma nello spirito della commemorazione, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 8 gennaio, un giorno ahimè sprofondato nell’oblio, sottraendo un po’ di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere.

 Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini di tutti i volti noti della politica del nostro paese per rispondere a queste provocazioni.

Perché?

Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all’affermazione della verità.

E la verità è che c’è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese.

 Crudeltà e ingiustizia,mafia e voglia di denigrare.

E lì dove una volta c’era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete una classe politica, che vi costringe ad accondiscendere e sottomettervi.

Com’è accaduto? Di chi è la colpa?

 Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole… non c’è che da guardarsi allo specchio.

Io so perché l’avete fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe avuta?

Promesse, posti di lavoro, abusi edilizi.

C’era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all’attuale Sindaco e a tutti coloro che pur andandogli contro sono sempre lì per cercare di prendere il suo posto e non certo per far meglio.

Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente consenso.

La mia speranza, quella di ricordare al nostro paese che l’equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive.

Quindi, se non avete visto niente, se gli scempi di questa amministrazione e delle precedenti vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato tutto.

Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di pensare e di cercare di cambiare questa cosa sporca che continuiamo a chiamare politica.

Siamo stanchi di sentire sempre le stesse cose dette da bocche sempre uguali.

Cambiare si può e si deve fare…….

Basta con questi bifolchi che vogliono solo mangiare le risorse del nostro paese….

scendiamo in piazza facciamoci sentire e diciamo basta ai giochi di questa politica “Sporca”…..

apriamo gli occhi ci stanno prendendo in giro tutti!!!

Scusate l’interruzione
Un giovane “deluso” di questo comune

11 commenti

  • PP

    Sinceramente non ho colto la nota di ironia….ma vorrei soltanto precisare che non escludo nessun volto già visto, anche solo in questi giorni,dalla mia critica…..penso sinceramente che i volti visti fino ad ora siano semplicemente schiavi di un meccanismo sbagliato e corrotto…….nessuno escluso….

    p.s. se era semplicemente un rimandarmi ad una discussione già aperta, penso sinceramente che il mio discorso esuli da altri già sentiti o letti.

    Distinti saluti

  • FuoriPaese

    Senti scusami PP…ma proprio giovane non devi essere se ricordi l’amministrazione prima di questa così lucidamente…. 10 anni di Ressa tra l’altro sono indimenticabili per un paese come Palagiano, come farete a dimenticare? A cancellare ciò che è stato fatto??

    Per quanto riguarda l’anonimato….chiedo sempre perdono, ma non posso rivelare la mia identità…Ma scusa (casa di tutti) ti immagini a dover trattare con i vari Gennaro anche quando vorrei semplicemente fumarmi una sigaretta davanti al caffè ?!?!?Per carità! Si parla di politica personalmente soltanto con i pochi illumiati in grado di capire la politica, apprezzare la politica, criticare la politica..giudicare la politica, con senso logico. Mi sembra che La casa di tutti sia dell’ultimo tipo, magari poi, personalmente, vi comunicherò che ero io quel FuoriPaese….

  • mary

    Buongiorno, non te la prendere caro anonimo, ma non sono le tue idee a fare scandalo, ma il tuo essere anonimo.

    le cose ovvie che tu descrivi le vorremmo tutti, però, calma, aspetta a giudicare chi ancora non conosci.

    E’ chiaro che tutti vorrebbero prendere il posto di sindaco, le elezioni si devono fare, guarda non si può cacciare gente, non si può giudicare gente così alla spicciola, si aspetta e si DEVE giudicare un operato.

    Essendo anonimo, non puoi aggiudicarti una vera risposta, si è sempre un pò guardinghi, concedilo per favore, e abbi il buon senso come me, di aspettare gli eventi…vieni anche tu a cambiare!Almeno provaci no?

    Ti aspettiamo!
    Mary

  • PP

    Rispondendo a “fuori paese” vorrei semplicemente dire che la rivoluzione in piazza sarebbe cosa gradita ma non possibile e sicuramente non cambierebbe le sorti di questo piccolo paese….lo “scendere in piazza” era più un appello ai “giovani” come me(ho solo 21 anni ma ricordo un po le vecchie amministrazioni e soprattutto mi sono interessato e informato) a farsi sentire, a esprimere le proprie idee e non criticare senza essere attivi e presenti!!!!

    Rispondendo a mary vorrei dire che io ho criticato non chi vorrebbe prendere il suo posto ma chi vorrebbe prendere il suo posto per fare ciò che ha fatto lui o ancora peggio(se ciò è possibile) la gente la conosco e sinceramente non ho ancora visto nessuno che vuol fare il bene del paese…..vogliono tutti solo e soltanto poltrone, notorietà o il riempirsi la bocca di una carica che dovrebbe portare solo più responsabilità e non potere.
    Non penso sinceramente che ciò che abbia detto sia “ovvio” perchè se così fosse questi modi barbari di fare politica sarebbero ormai solo un ricordo della storia politica del nostro paese e invece così non è,basta guardare come si continua a fare politica in questo paese, coalizioni impossibili, accordi assurdi, non esistono più idee, valori ed ideali.

    Se il problema era l’anonimato eccovi accontentati.

    Distinti saluti Paolo Pansini.

    • giacomodipietro

      Ciao Paolo, per quanto mi riguarda l’anonimato è del tutto legittimo. Io, valuto gli utenti per le loro idee e proposte. Chiarito questo, la nostra coalizione ha scelto di stare insieme intorno ad un progetto e un programma snello. Nella nostra coalizione nessuno a scelto qualcuno. E’ più corretto dire che ” ci siamo scelti” sulla base di tre principi ( quindi intorno a delle idee, che poi i cittadini e quindi tu puoi valutare condividere o meno) che in breve ti elenco e che erano stati tracciati già nel primo manifesto di coalizione: 1) riduzione e ottimizzazione della spesa pubblica; 2) miglioramento della qualità dei servizi offerti, da intendersi non solo come eliminazione degli sperperi, già contenuta nel punto 1), ma anche come eliminazione delle troppe posizioni di rendita che abbiamo visto nascere e svilupparsi negli ultimi anni; 3) riduzione della pressione fiscale gravante sul cittadino, esigenza divenuta oltremodo necessaria alla luce delle ultime manovre finanziarie. Questi principi, devono essere il nostro faro, il nostro viatico, alla luce dei reali bisogni che la nostra comunità necessita, è stato naturale mettere da parte ogni caratterizzazione ideologica, in ragione di un interesse superiore. Oggi è il tempo dell’emergenza, a palagiano come altrove, occorre porre un argine ai danni provocati da politici irresponsabili. Un buon amministatore dovrebbe per prima cosa fare una ricognizione esatta dello stato delle finanze del comune, che temiamo sia più disatroso di quel che appare o che si vuol far apparire, e la messa in opera di ogni strumento utile ad alleviare la pressione fiscale. I cittadini hanno estremo bisogno di una politica che li consideri in quanto tali e non come pecore da tosare. Tutti questi principi sono alla base del nostro agire politico, e tra l’altro sottoscritti da tutti i responsabili di partito. Questa coalizione è nata a fovore di idea, a favore di qualcosa e di qualcuno, quindi, la ricerca di un alleanza basata sui progetti che ci devono caratterizzare, nel mese di settembre la coalizione si presentava alla cittadinanza con un suo manifesto, che diceva che “SEL, IDV, l’Arca, Ambiente e Lavoro e Alleanza per Palagiano, sentendo di non poter condividere un’idea della politica tutta autoreferenziale e completamente slegata dalle reali esigenze dei cittadini, hanno avvertito l’obbligo di
      distanziarsene decisamente. Come vedi, avevamo chiaro il percorso, percorso interrotto, da chi prima descriveva (sbagliando) qualcuno un “corruttore morale” cosa che abbiamo ampiamente contestato, per poi fare accordi con chi si definiva, “re dispotico e libertino”, noi, sin da subito abbiamo preso le distanze da questo linguaggio. In conclusione, nessuna coalizione è impossibile, in quanto le coalizioni ri reggono attraverso un progetto comune, accordi assurdi, ci sono stati, di certo non li abbiamo fatti noi, le idee esistono e come, puoi anche non condividerli, e sono certo che avrai tempo e modo per sviluppare e ti auguro realizzare anche tu, il tempo gioca a tuo favore. Au revoir …Giacomo Di Pietro…..

  • mary

    Buongiorno Paolo, mannaggia a te!Vabè niente focaccia!

    Vieni quando vuoi, te la farò trovare ….bravo hai detto quello che pensavi, hai ventuno anni e ora dovresti affacciarti nel mondo della politica più da vicino.

    Volevano fare questo, far vedere alla popolazione come erano diversi, come sarebbe andata male…tutto hanno giocato, chi è il male?Chi ci ha creduto? No. Tu ci hai creduto alla coalizione impossibile?Era l’unica cosa attaccabile e lì che ci hanno infilato la spada!

    Io se fossi libera proprio quella spada non toccherei, e se un candidato a sentir loro quasi “fraterno” per limpidezza userebbe quell’arma tanto “allettante” contro chi vuole distruggere? Paolo, se non hanno amministrato ancora sono puliti.

    Va a finire che qua, i vecchi siamo noi!!!!!

    Almeno provaci!Ora sin dall’inizio, di questa storia nessuno doveva attaccare nessuno, la coalizione fu subito attaccata, da chi la democrazia la mette sotto i piedi!

    E’ il potere che vince, sì quello che tu non vuoi!

    Una cosa bella l’hai fatta, giochi nel campo, non fuori, onore a te, nessuno spero ti farà del male o forse sì, vuoi scommettere?ma tu hai il tempo dalla tua, la forza e la giovinezza, insomma sei in vantaggio!
    Anche io pensavo così tanti anni fa, ma sono tutti lì, chi per loro, sempre loro.

    Se vieni con chi vuole fare un ulteriore tentativo, vedrai come ti maciulleranno!!!Provare per credere, ed io ci vorrei provare!Chi ci mette la faccia, non ha nulla da temere, e tu, sei pulito.

    Fai un tentativo di libertà, da dentro è più facile contrastare quello che tu, giovane, non vuoi…dentro non fuori! Se attaccano hanno paura altrimenti tralascerebbero non credi?Pensaci…rifletti….è lì che deve colpire chi ha la forza di farlo!A dispetto dell’idea politica!

    Le critiche costruttive, sono sempre buone, sono necessarie!Sinistra destra…che c’entra?Non è delitto, pensa si sfasciano intere famiglie, figurati le alleanze!

    Per quanto riguarda le cose impossibili, niente è impossibile!

    Paolo, si devono fare dei tentativi, maledizione può essere che non si riesce a stare con chi pur volendo la stessa cosa ha idee diverse dalle tue?

    Quando sono propagande politiche tutti si scandalizzano dell’unico piccolo peccato, ma non si sono sposati!Nessun Sacramento, nessun accordo sotterraneo, nessuna intesa sporca, quei tre ragazzi sono puliti.Divorzio?

    Paolo, se però ti attaccano si risponde a provocazione, quello che tu cerchi si chiama Eden, non è qui, non è qui…Con affetto sincero Mary…

Lascia un commento