Ambiente,  Palagiano,  Turismo

Coop. “Segni” : “Lo sviluppo della nostra costa e’ bloccata da ingiustificati veti”!

Un gruppo di soggetti, interessati a vario titolo e in diversi campi, allo sviluppo economico e sociale della Comunità di Palagiano, ha deciso di rompere gli indugi e di investire direttamente il 1° cittadino di una questione che da diversi decenni blocca ogni iniziativa finalizzata alla valorizzazione sopratutto turistica della nostra costa, finora bloccata da veti ingiustificati ed ingiustificabili. In particolare la motivazione che ha spinto questi soggetti a sollevare il problema è il recente blocco di una iniziativa di valorizzazione del Nostro litorale avviata da una Cooperativa per l’occupazione giovanile di Palagiano, regolarmente autorizzata dalla Regione Puglia ed addirittura finanziata dalla Comunità Europea. Tutto ciò è avvenuto dopo aver superato tutti i passaggi durante i quali i soggetti Istituzionali hanno espresso il loro parere favorevole alle varie iniziative. E’ bastato però un’entrata a gamba tesa nel procedimento e nella fase di esecuzione dei lavori, da parte di un’associazione ambientalista per bloccare l’iniziativa, arrivata, lo si ribadisce, nella fase della conclusione dei lavori.

Si chiede al Sindaco, che è il primo responsabile del governo del territorio, nell’ambito del proprio comune, di far rispettare le regole che presiedono ad ogni attività di uso dello stesso, che non possono essere identificate con una visione pseudo-ambientalista, orientata ad “IMBALSAMARE” un ambiente naturale, che può essere incece utilizzato e vissuto con intelligenza e senza interventi invasivi, diventando vitale risorsa per l’occupazione e volano fondamentale per l’economia.

 

I lavoratori della Cooperativa “Segni”

Clicca sul link seguente per visualizzare la lettera inviata al sindaco di Palagiano: lettera al sindaco pdf

Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento