Palagiano,  Sociale

Il rispetto per gli altri aimè è una virtù che in pochi posseggono.

Oggi in piazza ho visto il cartellone che pubblicizza uno dei candidati delle primarie per il centro sinistra ma immediatamente ho avuto un dubbio. Sbaglio o stanno violando le regole delle primarie?

Ebbene non mi sbagliavo.

MA ABBIATE ALMENO IL BUON SENSO DI RISPETTARE LE REGOLE CHE VOI STESSI AVETE SOTTOSCRITTO!!!
Questo è l’estratto del regolamento:
“E’ vietata ogni forma di pubblicità: “Ai fini della sobrietà della campagna elettorale e della riduzione dei costi della politica, è fatto divieto ai candidati e ai loro sostenitori di ricorrere a qualsiasi forma di pubblicità a pagamento, come, ad esempio, spot su radio, televisioni, giornali, internet, o affitto di spazi su cartelloni pubblicitari.” Le affissioni saranno consentite soltanto per informare circa iniziative o manifestazioni, ma non potranno superare come dimensioni 100×140 centimetri.”
e questo è il link dove ci sono tutte le regole.
http://www.repubblica.it/speciali/politica/primarie-pd/edizione2012/2012/10/26/news/primarie_pd_regole_partecipare-45357875/

Ma questo tipo di atteggiamento io lo conosco.. Chi è che sostiene quel candidato a Palagiano? Ah si… ora è tutto chiaro!!!

Non solo devo sopportare questo cartellone gigante in piazza, ma devo anche subire l’atteggiamento da menefreghismo totale nei confronti delle regole, nei confronti degli altri candidati, nei confronti dei Palagianesi che si devono subire questo cartellone mobile in piazza.
Il rispetto per gli altri aimè è una virtù che in pochi posseggono.
Vito Sanitate

8 commenti

  • Antonio Cuscito

    Vito, nel caso di ballottaggio chi appoggia il sel?
    Perche’ se tanto mi da tanto, Vito dovrebbe votare Renzi: il piu’ distante dal suo “modo” di far politica…come Ressa e Scalera.

    Il vento sta cambiando.

    P.s. alle primarie di gennaio sbaglio o Vito tappezzo’ il paese di manifesti. Eppure c’erano le regole…contrarie.

    • Vito Sanitate

      Antonio sappi che non ti permetto di accusare o di denigrare quello che è stato fatto da Vito nelle primarie perché significa accusare anche me, accusare anche i miei compagni e amici che hanno e continuano a lavorare per un unico obbiettivo, ripulire questo paese dalla politica affarista e sporca. Il rispetto per gli altri è una delle nostre priorità, perché se manca il rispetto manca tutto. In questa società tutti dovrebbero avere maggior cura verso gli altri e pensare meno a se stessi.

      Prima di tutto NOI non abbiamo tappezzato il paese di manifesti e se sono stati pubblicati dei manifesti sicuramente lo si è fatto nel pieno rispetto delle regole. Ecco il regolamento che tu stesso hai firmato,
      l’articolo 5 parla chiaro. Solo le gigantografie non erano ammesse.

      http://www.ilventostacambiando.it/regolamento-primarie-coalizione-insieme-per-palagiano/

      E’ interessante notare come sempre nell’articolo 5 si parla di massima sobrietà, ma io ricordo che in quel periodo cè stato uno smercio enorme di “panettoni” distribuiti da gente a te vicina pur di avere un voto per le primarie. Chissà se questa è sobrietà.

      E comunque caro Antonio, prima di dire delle false verità pensaci un attimo, e sappi che la vera forza a volte e saper accettare le sconfitte.

      I miei ossequi,
      Vito Sanitate

    • mimmoforleo

      Vito, se dobbiamo prendere alla lettera il documento da te citato, allora dovresti spiegare pure quando sarebbe stata reso “pubblico il risultato e proclama[to] il vincitore delle primarie” da parte del Collegio di Garanzia. Io ricordo solo una conferenza stampa tenuta dal “vincitore” all’indomani delle primarie e senza attendere l’ufficializzazione del risultato, mai avvenuta peraltro. Esiste un documento filmato di quell’evento, rivedendolo potrai anche renderti conto dell’atmosfera “euforica” regnante nell’ambiente.

      A dirla tutta, poi, ricordo pure una riunione tenutasi “solo” un paio di settimane dopo le primarie nella locale sezione dell’IdV. In quella riunione, alla quale presenziavano i rappresentanti di IdV, SEL, Arca, La Casa di Tutti e Alleanza per Palagiano, si doveva decidere “cosa farsene” del risultato delle primarie. Era infatti nota a tutti, anche a SEL e Arca, l’esistenza di una e-mail riportante nomi e cognomi di parenti e amici di alcuni amministratori di allora, tutti loro sostenitori, che si sarebbero aggiunti nella giornata di domenica ai votanti per Cervellera.

      (Che di quella e-mail sapessero anche SEL e Arca non è una mia supposizione atteso che furono proprio i rappresentanti di dette forze a confermare, durante la riunione cui faccio cenno, di conoscere perfino il colore dei caratteri contenuti nella missiva.)

      Nei giorni immediatamente successivi alle primarie Cervellera parlò di “un’imboscata” tesa a suo danno, e in effetti aveva ragione. L’imboscata però non consisteva nel “venga a prendere un caffè da noi”, come egli intese far credere, bensì nella missiva stessa. Quella e-mail era partita dal pc di chi lo aveva invitato a prendere un caffè e, essendo indirizzata proprio a Cervellera, era stata confezionata esclusivamente per imporgli il silenzio nel momento in cui il suo autore avrebbe pubblicamente rivendicato la “vittoria” di Cervellera. La qual cosa avvenne puntualmente durante la notte tra la domenica e il lunedì successivo alla primarie.

      Durante la riunione, quindi, era chiaro a tutti che il risultato delle primarie era da considerarsi quantomeno “inquinato”. Ma i rappresentanti di SEL ed Arca, adeguatamente supportati dall’imbarazzato silenzio dell’allora segretario cittadino dell’IdV, provarono a minimizzare l’episodio sostenendo che “400 voti circa in più non cambiano la sostanza del risultato”!

      I sedicenti “idealisti” si erano trasformati in realisti della peggior specie, quelli che accettano qualsiasi compromesso, come dimostrato successivamente anche in occasione del ballottaggio, pur di aggrapparsi a una poltrona. Devo aggiungere altro?

      Dunque, caro Vito, adesso rifletti sul significato da te attribuito alla frase “In questa società tutti dovrebbero avere maggior cura verso gli altri e pensare meno a se stessi” e verifica se per caso non l’avete abbondantemente tradito.

      Mimmo Forleo

  • Mary

    Scarsa la partecipazione alle primarie da parte dei facenti parte del PD palagianese. Questi signori escono solo nelle campagne elettorali palagianesi , quando si tratta di cose, diciamo”serie” si vedono appena, non si espongono, insomma tutti omologati.Peccato era una occasione per conoscere se esiste una sinistra a Palagiano, se qualcuno di loro ha sogni oppure sono politicanti…peccato avrei voluto leggerli uno ad uno il perchè delle loro scelte, questi sconosciuti amici, ci stanno vicini ogni giorno ma non li conosciamo…peccato , buonasera da Mary

  • giacomodipietro

    Grandissimo successo per le Primarie del Centrosinistra a Palagiano:

    i Risultati.

    Vendola. 112.

    Bersani. 141.

    Renzi. 149.

    Tabacci. 23.

    Puppato. 1.

    Schede contestate. 0.

    Schede nulle. 1.

    Schede bianche. 2.

    Votanti. 429

Lascia un commento