Giovedì 18 ottobre si è svolta presso il Circolo PRCla prima riunione per la  costituzione del “Comitato a sostegno dei Referendum sul Lavoro“ di Palagiano.  All’incontro hanno partecipato rappresentanti di Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà, FIOM-CGIL ed alcuni lavoratori ILVA.

Il Comitato si pone come obiettivo principale il sostegno alla battaglia per la difesa dei Diritti e della Dignità del Lavoro, contro lo scempio che ne hanno fatto le cosiddette riforme del governo Berlusconi, prima, e del governo Monti, poi.

Il Comitato promotore a livello nazionale è costituito dai leader dei Partiti che hanno promosso i Referendum sul lavoro (Idv, Prc,Sel, Pdci, Verdi) , dai leader della Fiom e delle componenti Cgil Lavoro e Società, la Cgil Che vogliamo, da associazioni della società civile come A.L.B.A., Articolo 21,  da giornalisti e docenti universitari. Una libera associazione di uomini e donne che si sono uniti per promuovere i Referendum sul lavoro, al di là delle appartenenze ideologiche e delle convinzioni politiche di ciascuno

L’obiettivo è quello di abrogare due leggi-vergogna di Monti e Berlusconi: la legge Fornero che ha cancellato l’articolo 18 dello Statuto dei Diritti dei Lavoratori e l’articolo 8 della legge finanziaria approvata lo scorso agosto dal governo Berlusconi che ha dato un colpo mortale al Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro.  Nessuna di queste due leggi-vergogna ha prodotto un solo posto di lavoro in più, semmai ne ha cancellati, ma entrambe attaccano i fondamentali diritti dei lavoratori e così colpiscono l’essenza della nostra democrazia così come disegnata dalla nostra Carta Costituzionale, perché essa non può inverarsi se il mondo del lavoro viene umiliato.

 

Il Comitato costituito anche a Palagiano vuole essere un luogo aperto, con l’obiettivo di costruire un fronte quanto più possibile ampio, coinvolgendo associazioni, forze politiche e sindacali,  ma soprattutto i diretti interessati, lavoratrici e lavoratori, a cui vengono negati i Diritti fondamentali per il lavoro.

L’adesione è libera ed aperta a tutti, con l’unico limite di condividerne  obiettivi e finalità.

Per aderire si può inviare una mail all’indirizzo preneste.anzolin@virgilio.it  o telefonare (anche un sms) ai cell. 333.7445083 (Tito Anzolin),  (Michele Parisi)

 

Il Comitato, farà la prima uscita ufficiale domenica 21 ottobre in Piazza V. Veneto,   dove saranno allestiti banchetti per la raccolta delle firme e per una diffusa informazione a tutta la cittadinanza.

 

p. Il Comitato

Tito  Anzolin

 

 

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento