Con la chiusura del voto on-line di ieri sera, si è conclusa la 1a edizione di PALAGIANesi IN CORTO 2009.

I bilanci di questa prima edizione sono sorprendentemente positivi sotto tutti i punti di vista, eccone alcuni.

Per quanto concerne il pubblico presente, considerando che si tratta di un’assoluta novità, i risultati sono stati molto incoraggianti, basti pensare che a Massafra la rassegna di cortometraggi VICOLI CORTI, giunta alla sua 5a edizione, contava grosso modo lo stesso numero di spettatori, per non parlare dei posti a sedere che a Massafra erano non più di una settantina contro i nostri cinquecento.

Dal punto di vista tecnico-organizzativo, LUCE & SALE ha svolto un lavoro encomiabile, costruendo un palco ad hoc e mettendo a disposizione un sistema di amplificazione audio e un parco luci inesistenti nelle altre rassegne di corti che si svolgono nell’intera provincia. Un plauso meritano tutti i collaboratori di tale associazione; il loro lavoro, la loro dedizione e la loro passione testimoniano come sia possibile proporre ogni forma di spettacolo anche in un contesto particolare come quello di Palagiano.

Per quanto riguarda invece i corti, grazie all’immediata partecipazione di Palagiano.net, è stata data un’opportunità del tutto nuova, ovvero la possibilità agli utenti di votare il loro corto preferito ed esprimere i loro giudizi creando cosi uno spazio di confronto e dibattito.

I dati di tale iniziativa sono davvero sensazionali: ci sono stati in appena 4 giorni 132 voti e più di una ventina di commenti.

Per la cronaca il corto più votato è stato lo splendido “FIDES SICARII” del regista Daniele Suraci, scritto e interpretato dal palagianese Dario De Leonardis.

PALAGIANesi IN CORTO torna il prossimo anno con molte novità, una delle quali è la gara competitiva che premierà i lavori più meritevoli.

Quindi l’invito che voglio farvi è quello di provare a fare un’esperienza nel mondo degli audiovisivi.

Munitevi di una videocamera e soprattutto di una buona idea di base, perché non servono grandi mezzi per raccontare una storia, un evento o una qualsiasi cosa in particolare.

Massimiliano Granata

Di Life

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

Lascia un commento