Foto del profilo di Facebook

Libero da ogni schema e appartenza di pensiero. Tutto cio' che non conosco nutre la mia vita. Nel momento che riesco a capirmi... ho gia' fatto un altro giro!

3 commenti

  • VERITAS

    ALIAS TARASCO – L’ULTIMO CONSIGLIO DELL’AMMINISTRAZIONE?

    Nelle comunicazioni del sindaco rivolte al consiglio, iniziato oggi alle ore 16,30 e concluso alle ore 22,00, ho udito di tutto. Dalle menzogne del sindaco Tarasco inerente alle motivazioni relative al documento della revoca delle deleghe dei tre monelli, alla verità dell’assessore CERVELLERA In ordine all’accordo siglato con lo stesso sindaco ed alcuni partiti della coalizione di centro sinistra. Mentre TARASCO, in un evidente stato di imbarazzo cercava di uscire dalle sabbie mobili, ovvero dalla tela dei ragni velenosi che gli era stata filata dalle ombre entro la quale era rimasto impigliato, esternava giustificazioni prive di alcun senso. In effetti, nella circostanza, per cercare di rendersi credibile al cospetto dell’assise ha giustificato la sua decisione per una questione morale, derivante dal fatto che i monelli volessero rappresentare il sottobosco della maggioranza. Accuse gravi ed irripetibili esternate da una persona che giorno dopo giorno stà mettendo a nudo tutta la sua cattiveria. L’uomo di chiesa!!! Bò….-
    L’aspetto aberrante si è verificato quando ha sostenuto che il sindaco di Palagiano era uno solo, ossia lui. Di fatto, alle interrogazioni hanno risposto Piero CIFONE e l’assessore AMATULLI, i rappresentanti dei veri sindaci.

    Il punto importante nell’ordine del giorno del consiglio comunale è stato quello relativo al riequilibrio di bilancio.

    L’assise si è conclusa con la seguente vootazione: 9 della maggioranza hanno votato a favore del riequilibrio e 8, di cui i tre monelli e i 5 dell’opposizione hanno votato contro.-

    Siccome sono nauseato per quanto occorso durante lo svolgimento della seduta consiliare mi fermo qui, altrime LIFE mi esce il cartellino ROSSO e mi espelle, visto che sono già stato ammonito.

    GRAZIE __________________________vVERITAS

  • GECO

    PALAGIANO SVEGLIATI, DORMI DA 50 ANNI…………….

    Vorrei condividere le sollecitazioni del leader nazionale dell’IDV, Antonio DI PIETRO. Per riappropriarsi delle proprie idee e del territorio ha fatto appello ai comportamenti utilizzati dalla resistenza durante l’ultima guerra mondiale. Bè, a Palagiano c’è bisogno di una scossa simile. I lestofanti della politica devono smettere di infierire ulteriormente su questa comunità. Hanno dissipato tutte le risorse che offriva questa comunità. Siamo imparagonabili rispetto ad altri comuni limitrofi che da tempo hanno capito che prima venivano gli interessi generali e poi quelli …….

    Ritornando allo squallore che si è consumato ieri, durante lo svolgimento del consiglio comunale, riusciamo a comprendere come è messo questo comune. A prescindere dalle nefandenze ascoltate dal sindaco Tarasco e dai propi accoliti, compreso quel “valore disgiunto” che appare una nota stonata nello spartito musicale del sindaco, la cosa che, a mio parere, ha maggiormente sconvolto è il passaggio relativo all’avanzo di bilancio di circa 4 milioni di euro. Il sindaco Tarasco, durante l’illustrazione del rendiconto mi è sembrato un notaio il quale, prima della sottoscrizione dell’atto tra venditori e acquirenti, leggeva il contenuto del rogito.

    E’ noto a tutti che il 90% delle somme (virtuali) relative ai contenziosi sulla zona 167 – edilizia residenziali (suoli Arnese), non rientreranno mai nelle casse comunali. Ciò nonostante, il “MAGO DI OZ”, conscio di tutto ciò, per non dichiare il dissesto economico di questa comunità, ma soprattutto per sottrarsi ad eventuali indagini amministrative e/o penali da parte delle autorità preposte, per far quadrare i conti nei registri contabili ha indicato come entrate somme virtuali che non saranno mai incassate. Auspico che, in presenza di lacune così evidenti la corte dei conti possa intervenire con solerzia per mettere in chiaro l’ostracismo delle irregolarità economiche di questo paese.

    L’altro elemento che mi ha colpito è stato quello relativo ad una cospicua somma di denaro destinato a centri e cooperative che si occupano di attività relative ai servizi sociali. dalle cifre snocciolate dal “notaio” mi è parso di capire che comune, rispetto ad altri, della provincia, annovera tante disfunzioni legate al sociale – recupero – devianze – comunità – ecc., ecc.
    A tal proposito, la domanda nasce spontanea: “Quante cooperative per lo svolgimento di servizi sociali sono presenti in questo comune? – Da chi sono gestite? – I componenti possono essere ritenuti incompatibili? – E’ necesarrio effettuare un censimento? –

    Consigliere Ciccio SERRA, non ti ho votato, ma ti ammiro. Ascolta. bene hai fatto ieri in consiglio a sollevare la questione delle indennità ad opera dei consiglieri e assessori. L’invito alla rinuncia è stato chiaro ed emblematico.

    Il consiglio permanente va bene, ma non dev’essere monotematico. Dovrebbe affrontare tematiche legate alle anomalie rivenienti dai rifiuti e quelle ai servizi sociali. Amico Ciccio, troppi soldi vengono indirizzati per quelle pseudo esigenze. Controllate….

    Concludo ribadendo l’invito ai palagianesi di riappropriarsi della dignità.

    GRAZIE _____________________GECO

Lascia un commento